x

Confartigianato: 'A Senigallia il mare dà lavoro a 122 imprese'

confartigianato 2' di lettura Senigallia 07/06/2011 -

Il mare è una fonte innegabile di ricchezza. Rappresenta un bacino importante per quelle attività che siano collegate alle risorse marine: pesca, attracco di navi, cura della spiaggia. Il Comune di Senigallia dipende in forte misura da quella che può essere definita l’ “economia del mare”. Sulla sua costa insistono il porto, cantieri navali, stabilimenti balneari.



Uno studio di Confartigianato, sottolinea il segretario di Senigallia Giacomo Cicconi Massi, individua nel Comune di Senigallia 122 imprese attive in comparti e servizi connessi all’economia di mare. Turismo, pesca, cantieristica, trasporti. Il turismo fa la parte del leone. Sono infatti più di 90 (ovvero più dei 2/3) le attività che si occupano della gestione di stabilimenti balneari.

Anche la pesca genera un discreto indotto: 16 imprese vi si dedicano e si applicano ai servizi connessi; presente una azienda che pratica l’acquacoltura in acqua di mare, due che commerciano all’ingrosso i prodotti freschi della pesca. La cantieristica conta sei imprese attive nella costruzione di imbarcazioni da diporto e sportive, e due cantieri navali per la realizzazione di costruzioni metalliche e non metalliche (esclusi i sedili per navi). I trasporti sono specializzati nel noleggio senza equipaggio di imbarcazioni da diporto (inclusi i pedalò), e di mezzi di trasporto marittimo e fluviale. 3 le altre attività dei servizi connessi al trasporto marittimo e per vie d’acqua. Per questo si può affermare per 122 “motivi” il mare è una risorsa primaria dell’economia senigalliese.

Confartigianato ritiene importante per consolidare questo stato di cose che si proceda quanto prima alla riqualificazione dell’area portuale. Il completamento della darsena turistica, il nuovo quartiere residenziale presso la ex Sacelit e le infrastrutture viarie e ciclopedonali che collegheranno i due lungomari e il porto alla città. Queste secondo Confartigianato sono le opere fondamentali e da portare prioritariamente a termine per tutelare le imprese già attive e per esplorare un nuovo potenziale produttivo e commerciale. Siamo contenti, conclude il segretario della Confartigianato Giacomo Cicconi Massi, che l’amministrazione abbia accolto con favore la richiesta di creare a supporto del lungomare, posti auto per favorire l’afflusso e i turisti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2011 alle 16:06 sul giornale del 08 giugno 2011 - 651 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, confartigianato, mare, impresa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/lKl





logoEV
logoEV