Elezioni, Sel: 'Seguire il modello Senigallia'

Sel 2' di lettura Senigallia 01/06/2011 -

Le elezioni amministrative svoltesi recentemente con la vittoria inequivocabile del Centro Sinistra dimostra che non solo “il vento sta cambiando” ma che anche all’interno del Centro Sinistra qualcosa si sta muovendo o quanto meno i cittadini dicono deve cambiare.



Lo dimostrano le schiaccianti vittorie di Pisapia a Milano De Magistris a Napoli e del giovane Candidato di Sinistra Ecologia Liberta’ Massimo Zedda a Cagliari che stacca di circa 20 punti il Candidato di Centro destra che, a Cagiari, era sostenuto anche dall’ UDC. Tutto ciò dimostra che quando il progetto è chiaro ed inequivocabile ispirato da volontà di cambiamento ed inclusione sociale e soprattutto è costruito e confrontato con i cittadini attraverso le primarie si vince e si convince anche con candidati non propriamente “moderati e di centro”. Questo è il dato dei ballottaggi, ma lo dimostrano anche le vittorie al primo turno di Merola a Bologna e Fassino a Torino in cui sicuramente le primarie, attraverso il confronto ed il coinvolgimento della città hanno favorita la vittoria al primo turno, basti pensare alle difficoltà in cui si trovava la sinistra negli ultimi anni a Bologna. Pensiamo che questi siano i “modelli” da seguire, anche se ancora si teorizza molto sul modello marchigiano esportato con grande trionfalismo a Macerata; ma facendo un po’ di conti proprio sul risultato del ballottaggio di Macerata, il 10 % del candidato di sinistra al primo turno vale il doppio del voto dell UDC (5%) per cui anche lì il Centro Sinistra unito avrebbe vinto al primo turno senza tanti problemi ed ansie al ballottaggio.

Come Sinistra Ecologia Libertà aggiungiamo anche nella nostra Provincia il bel successo a Santa Maria Nuova con l’elezione del Sindaco di SEL Angelo Santicchia che ha battuto il candidato del Centro destra ed anche il Candidato del PD che all’ ultimo momento aveva rifiutato l’alleanza con il nostro Partito, anche questo è un piccolo segnale ma di grande incoraggiamento. Siamo soddisfatti anche perché a Senigallia attraverso l’ esperienza della Città futura e delle primarie di coalizione del Centro sinistra, tra i primi abbiamo sperimentato questi percorsi democratici e coinvolgenti i cittadini , evitando come invece hanno fatto altri i percorsi autoreferenziali e calati dall’ alto e anche a Senigallia non a caso si è vinto al primo turno senza problemi e su un programma di rinnovamento. Per cui possiamo dire che c’è anche un modello Senigallia da seguire.


da Attilio Casagrande
coordinatore Sel




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-06-2011 alle 17:18 sul giornale del 02 giugno 2011 - 2169 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, SeL, Sinistra Ecologia Libertà, attilio casagrande

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/lxy





logoEV