Primo parcheggio sotterraneo della città: lo realizza la curia in via Cellini

simone ceresoni 2' di lettura Senigallia 30/05/2011 -

Il primo parcheggio in struttura della città potrebbe essere realizzato grazie alla curia vescovile. Se il Consiglio Comunale darà il via libera alla variante al prg per l'ampliamento dell'area, già destinata a parcheggio in via Cellini, la diocesi è pronta a mettere mano al portafogli per costruire 300 nuovi parcheggi sotterranei.



L'area individuata è quella, già di proprietà vescovile, compresa tra il seminario e l'ex Irab. Una variante che l'assessore all'urbanistica ha illustrato alla commissione consiliare, prima dell'approdo in aula. “Fin dal 2000 è stata individuata dal prg un'area in via Cellina, di proprietà privata, destinata a parcheggio -spiega l'assessore Ceresoni- nel dicembre dello scorso anno poi il Consiglio Comunale votò un atto di indirizzo che individuava cinque aree strategiche per la possibile realizzazione di nuovi parcheggi. E fra queste fu inserita anche l'area di via Cellini”.

Di tutte e cinque le aree, quella di via Cellini diventa prioritaria perchè in questo caso il privato si è detto pronto ad intervenire. La curia ha infatti realizzato, tramite propri tecnici incaricati, il progetto per la realizzazione del parcheggio sotterraneo per circa 300 posti auto. La curia dunque, proprietaria dell'area, si accollerebbe l'onere della costruzione del parcheggio i cui sarebbero “ammortizzati” dal pagamento della sosta.

Stiamo sottoponendo all'esame della commissione consiliare una variante per ampliare l'area perchè la superficie messa a disposizione dal prg per il parcheggio non è sufficiente per realizzare tutte le infrastrutture necessarie come i collegamenti viari e i necessari raccordi con l'uscita della complanare-spiega Ceresoni- la variante estenderebbe il parcheggio includendo un'altra porzione di area di via Cellini, sempre di proprietà della curia. Stiamo parlando di un parcheggio strategico a causa della domanda che arriva da una zona nevralgica, per la presenza dell'ospedale, del poliambulatorio e anche dell'ex Irab. Il parcheggio sarebbe infatti collegato alla zona ospedaliera tramite un sottopasso pedonale e sarebbe utilizzato anche in occasione dei grandi eventi cittadini”.

L'atto di ricognizione per la realizzazione di parcheggi pubblici in struttura nell’area urbana licenziato dal consiglio comunale oltre a via Cellini, individua altri parcheggi in struttura sotto alla Nuova Gioventù Italiana, sotto a Villa Pieralisi, sotto al piazzale antistante l'Hotel Marche e nella zona alberata della stazione compresa tra il parcheggio e il Sembhotel. Tutte zone in cui ad intervenire dovrebbe essere il Comune, alle prese però con problemi di cassa dovuti ai costi milionari di realizzazione di parcheggi in struttura. “Se il Consiglio Comunale adotterà la variante in questione -conclude Ceresoni- il parcheggio sotto via Cellini avrà la priorità assoluta perchè c'è già il progetto e gli oneri di realizzazione sono a carico del privato”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-05-2011 alle 23:49 sul giornale del 31 maggio 2011 - 4672 letture

In questo articolo si parla di simone ceresoni, giulia mancinelli, parcheggi, politica e piace a dragodargento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lsH





logoEV