Castelleone: 'Insieme per Castelleone' contro l’ampliamento della discarica di Corinaldo

Mario Cuicchi 4' di lettura 01/05/2011 -

Il Gruppo Consiliare “Insieme per Castelleone” rende nota la dichiarazione di voto rilasciata nel Consiglio Comunale del 28/04/2011 in merito all’ampliamento della discarica di Corinaldo sul territorio di Castelleone di Suasa.



“Dopo oltre un anno e mezzo si ritorna a parlare dell’ampliamento della discarica di Corinaldo sul territorio di Castelleone di Suasa, senza che, nel frattempo, sia stata data alcuna informazione ai cittadini, come era stato richiesto nel Consiglio del 31/10/2009; anzi, siamo venuti a conoscenza che è già stato affidato l’incarico per la progettazione preliminare, non previsto nel protocollo d’intesa del 31/10/2009 e senza neanche informarne il Consiglio Comunale.

Non era forse il caso, ancor prima di procedere con l’approvazione del progetto esecutivo, di chiedere alla cittadinanza il consenso ad effettuare questa opera? Vorremmo ricordare che tale operazione non era nemmeno configurata nel programma elettorale della maggioranza e quindi non possiamo nemmeno supporre che sia di gradimento alla comunità stessa.

Inoltre molti dei presupposti del protocollo d’intesa con il comune di Corinaldo, approvato nel Consiglio Comunale del 31.10.2009 da questa maggioranza, sono cambiati e a molte delle domande e dei dubbi che in tale sede il nostro gruppo consiliare avevo posto, in merito alla realizzabilità di tale progetto, non è stata data risposta:

* I 4 ettari previsti inizialmente per l’ampliamento, ora sono diventati circa 16 ettari, di cui 7,5 ettari nel Comune di Castelleone di Suasa, adibiti, questi, per la maggior parte, alla raccolta di rifiuti del tipo “speciali non assimilabili”, cioè, frutto di scarti di lavorazione, senza specificarne la natura.
* Ci sembra di capire che la progettazione definitiva della discarica, ed esecutiva del primo lotto di ampliamento, sia già stata stimata in € 601.713,81 e ve ne saranno altri due lotti ancora da quantificare; ci chiediamo quale sarà l’ammontare complessivo del progetto e dove possano essere reperiti i fondi necessari dal nostro comune. Sono previsti in linea di massima per la realizzazione del 1° lotto € 9.781.034,52 a cui vanno aggiunti i costi di gestione della discarica in € 13.406.304,00 ed i costi per la chiusura e post-chiusura della discarica quantificati in € 13.897.300,84.

* Si richiedeva, inoltre, se fosse stata fatta un’ipotesi degli eventuali utili che si sarebbero potuti ottenere da questa operazione, se si avesse avuto un’idea dei costi effettivi che si sarebbero dovuti sostenere per l’ampliamento stesso; ma anche per questi interrogativi non abbiamo avuto risposta, né tantomeno ricevuto la documentazione necessaria per ottenere dei chiarimenti, ma siamo stati costretti a procurarcela da altre fonti.
* E ancora: non è stata costituita la Società che dovrà gestire questa parte di discarica e soprattutto non è stato fissato quel 40% di compartecipazione di privati previsto per legge. Non vorremmo che l’opera venisse finanziata solo con i fondi pubblici e successivamente i soliti privati incamerino gli eventuali profitti!

Proponiamo, quindi, a questa maggioranza, di istituire una Commissione ad hoc che segua, in collaborazione con la società sopra citata, l’iter di fattibilità preventiva e approfondisca il progetto preliminare ed esecutivo, viste le cospicue risorse pubbliche che dovranno essere investite.

Inoltre chiediamo che vengano interessati i responsabili dell’ARPAM e dell’Osservatorio Epidemiologico Ambientale delle Marche, affinché venga istituita un’indagine epidemiologica tra gli abitanti residenti nei pressi della discarica di Corinaldo/Castelleone di Suasa con finalità di sorveglianza sanitaria e ambientale, a garanzia che la salute dei cittadini e dell’ambiente venga messa al primo posto e non venga usata solo per convenienze politiche.

Il Gruppo Consiliare “Insieme per Castelleone”, pertanto, disapprova l’operato del Sindaco che ha portato in Consiglio Comunale questo punto all’O.d.G., dopo oltre un anno e mezzo dall’annuncio, senza aver dato un’adeguata informazione né alla cittadinanza né all’Organo Consiliare e rimane indignato nel vedere che è stato affidato l’incarico per la progettazione preliminare dell’ampliamento senza alcuna autorizzazione del Consiglio Comunale, organo di nuovo scavalcato, visto che nella precedente delibera n. 51 del 31/10/2009, il protocollo d’intesa prevedeva solamente l’effettuazione di uno studio di fattibilità tecnico-economica e giuridica.

Pertanto il nostro voto non può essere che CONTRARIO, non tanto per l’allargamento della discarica ma per il modo in cui viene gestita; una scelta politica che interessa tutta la comunità viene presa unilateralmente dal Sindaco, seppure con un utile di gestione come previsto dal Piano economico finanziario preliminare.

Lasciamo quindi la responsabilità di tale decisione a questa maggioranza consiliare, visto che i Consiglieri di “Insieme per Castelleone” non hanno avuto neanche il tempo necessario per l’approfondimento del progetto preliminare”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-05-2011 alle 04:46 sul giornale del 02 maggio 2011 - 747 letture

In questo articolo si parla di castelleone di suasa, insieme per castelleone, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ke7





logoEV
logoEV