x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Piano degli arenili oggi in aula, Oasi: 'Sempre più indecifrabile dai bagnini'

1' di lettura
649
da Confartigianato Senigallia

confartigianato

Piano degli arenili sempre più indecifrabile dai bagnini. Non sono serviti gli incontri e la disponibilità concessa dall’assessore Ceresoni a chiarire tutti gli aspetti tecnici del piano. Per qualche strano effetto questo obiettivo sembra quasi come qualche compagnia telefonica, risulta irraggiungibile.

Oasi ha seguito con il massimo interesse e professionalità tutti gli iter del Piano degli Arenili, Piano che non si riesce a leggere e decifrare dato che continua a modificarsi minuto dopo minuto, e chissà quale versione sarà discussa lunedì 18 alle 16,30 in Consiglio Comunale.

Oltretutto i bagnini non conoscono ancora il contenuto effettivo degli emendamenti di cui l’assessore Ceresoni si è fatto carico. Siamo ormai certi che l’influenza politica abbia destabilizzato gli obiettivi primari del Piano che devono essere diretti esclusivamente al miglioramento della categoria dei balneari, solo così si può pensare di far crescere un settore molto importante per l’economia cittadina.

Nel caso in cui la variante partorisca normative restringenti rispetto al piano vigente, produrrà esclusivamente un danno alla categoria limitando la libertà imprenditoriale e impedendo investimenti a sostegno di progetti di miglioramento della ricettività turistica, e di conseguenza alla città tutta.

Neppure la nascita dei Consorzi tra attività produttive, che per altro agevoleranno solo pochi stabilimenti balneari, potrà portare un vantaggio alla categoria. Anche perché i Consorzi varranno solo per un anno di prova, quindi vi è anche l’incertezza dei necessari e onerosi investimenti economici da sostenere per la loro realizzazione.

Ora abbiamo un quadro importante e preoccupante della situazione che ci porta ad avere poca sicurezza e a generare ulteriore precarietà.



confartigianato

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2011 alle 16:26 sul giornale del 18 aprile 2011 - 649 letture