x

Canti (IdV): 'Grazie a Mangialardi per l'adesione di Senigallia ai referendum'

stefano canti 3' di lettura Senigallia 10/04/2011 -

L'IDV di Senigallia con una lettera aperta ringrazia il sindaco Maurizio Mangialardi di aver fatto aderire il nostro Comune al referendum per l’acqua pubblica e sul nucleare.



Caro Sindaco,
Noi dell’Italia dei Valori Senigallia pensiamo che è stato un grande atto quello suo e dell’intera Amministrazione comunale di far aderire il nostro Comune al referendum per l’acqua pubblica e sul nucleare.

Un’adesione questa di una città che pensa al suo futuro. Un’adesione di una città che ha a cuore le nuove generazioni volendogli dare l’opportunità di vivere in un mondo dove i diritti siano integri e l’ambiente sia tutelato come patrimonio universale della nostra umanità e della nostra esistenza. Questo ancora più importante in un momento particolare delle nostre vite e della nostra città. Un momento dove i diritti vengono alienati e distrutti. L’abbiamo visto nelle fabbriche a Pomigliano e a Mirafiori dove non vi è stato un referendum ma vi è stato un vero e autentico ricatto, lo vediamo ogni giorno con quella spada che pende sulla testa dei giovani precari che ieri hanno fatto vedere in tutte le piazze d’Italia la loro esistenza. Vediamo una sospensione e disintegrazione dei diritti. E questa disintegrazione dei diritti non riguarda solo il lavoro continua nella sospensione del diritto alla cultura, del diritto all’istruzione, del diritto alla salute fino ai vili attacchi volgari rivolti alla Costituzione italiana dal premier Silvio Berlusconi. Cancellazione dei diritti che è strettamente legata alla cancellazione del nostro futuro.

Diritti e futuro: acqua bene comune e nucleare. I Sì a questi due referendum saranno cruciali per fermare questa ideologia di distruzione della Costituzione e del nostro futuro. Sarà un affermare Sì ai diritti il referendum per l’acqua come bene pubblico e diritto universale e inalienabile, Sì al futuro per il nostro Paese e per le nuove generazioni il referendum per lo stop definitivo al nucleare e per la cancellazione dei provvedimenti che hanno riaperto la strada verso il suicidio e cioè all’atomo in Italia.

La ringraziamo per mettere in atto questa incisiva azione di intervento in tutte le sedi e per il convinto sostegno e supporto alla campagna referendaria. Ma, le chiediamo una cosa. Le chiediamo che questa decisione della Giunta sul sostegno al referendum per l’acqua bene comune e contro il nucleare, venga portata in Consiglio Comunale per trovare la più ampia condivisione e supporto dei gruppi politici.

Ancora una volta la nostra città si identificherà con tutto questo con la nostra Costituzione che considera un punto di riferimento per lo sviluppo futuro del nostro Paese, come detto il 17 marzo dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e ancor più importante in vista del prossimo 25 aprile festa della liberazione e anche 1° maggio festa del lavoro, perché ritorni un valore nel nostro Paese. Il 12 e il 13 giugno quindi Sì ai diritti, Sì al futuro, Sì all’uguaglianza dei cittadini ricordando l’art. 3 della Costituzione al quesito sul legittimo impedimento. Il Nostro impegno, quello dell’Italia dei Valori, per 4 Sì ai referendum.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2011 alle 20:24 sul giornale del 11 aprile 2011 - 723 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, italia dei valori, idv senigallia, stefano canti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/js7





logoEV
logoEV