Pdl: bocciano la sosta produttiva, uccidono il commercio del centro

Alessandro Cicconi Massi 3' di lettura Senigallia 07/04/2011 -

Che l’amministrazione comunale porta avanti da anni una politica di penalizzazione dei commercianti del centro storico, questo è un dato di fatto, ma quello a cui abbiamo assistito nella riunione della III commissione consiliare di ieri pomeriggio alla presenza dei rappresentanti delle categorie economiche e produttive, è stato assolutamente inaccettabile.



E’ ormai chiaro che la giunta di centro sinistra, ed in particolare gli assessori Campanile e Curzi non solo non stanno facendo assolutamente nulla di positivo per il centro storico e lo sviluppo delle attività commerciali, ma stanno al contrario dando il colpo di grazia ai commercianti ed alle loro attività. La volontà di stritolare il commercio del centro storico, di soffocare le attività, di penalizzarle in ogni modo appare chiara in ogni decisione che viene adottata dall’amministrazione. Ieri si è scritto un ulteriore capitolo di questa triste storia: la bocciatura della proposta della sosta produttiva. Tale proposta prevede la possibilità di garantire in tutti i posti auto previsti in centro storico, la prima ora di sosta gratuita e poi le successive ore di sosta a pagamento, secondo le normali tariffe predisposte.

Tale idea, adottata da altri comuni, verrebbe incontro alle esigenze dei cittadini e dei commercianti. Gli uni verrebbero incentivati ad andare nel centro storico per lo svolgimento di acquisti e per usufruire dei servizi che offre la zona centrale della città, mentre i secondi andrebbero a beneficiare di un ricambio della sosta e del maggiore afflusso di frequentatori delle vie del centro storico. Tale mozione era stata presentata da gruppo PDL alcune settimane fa in consiglio comunale, ma su mia proposta era stata rinviata in commissione perché fosse oggetto di discussione più approfondita. Ciò nella speranza che i consiglieri di maggioranza potessero dare un loro contributo, scevro da ideologia e pronto a venire incontro alle esigenze di utenti e commercianti. La realtà è stata ben altra, i due assessori Curzi e Campanile, di fronte ad una maggioranza silente e distratta, hanno bocciato in toto la proposta della minoranza, con un NIET arrogante e privo di motivazione, ma dettato solo da una impostazione ideologica ed estremista.

Ecco che ancora una volta, chi dovrebbe lavorare per il bene della città, compie al contrario atti assolutamente dannosi. Ieri si sarebbe dovuto parlare anche di sviluppo economico e delle proposte dell’amministrazione per rilanciare l’economia della città. Ebbene anche in questo caso dagli assessori assolutamente nulla. Nessuna proposta, alcuna idea, solo una mera e triste elencazione di qualche cosa fatta nel passato, senza prospettare alcunché per il futuro. Di fronte alle obiezioni sollevate relative allo spostamento deciso dall’amministrazione da un giorno all’altro del mercato di piazza Simoncelli o la decisione di penalizzare le attività del centro storico con gli ordini di rimozione delle pedane per tavoli e sedie, dall’assessore Curzi vi è stata una chiusura senza possibilità di confronto. In ogni caso il PDL ripresenterà in consiglio la proposta della sosta produttiva, nella speranza che i consiglieri comunali tutti possano giudicare per il bene della città e non perché obbligati a votare a comando sulla base di quanto vuole la giunta.


da Alessandro Cicconi Massi
coordinatore Pdl




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2011 alle 17:45 sul giornale del 08 aprile 2011 - 2596 letture

In questo articolo si parla di alessandro cicconi massi, politica, Popolo delle Libertà, pdl, Pdl Senigallia e piace a alk

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jmL