Paradisi: 'Ecco la sinistra che caccia davvero i profughi'

roberto paradisi 2' di lettura Senigallia 31/03/2011 -

Bossi lo dice (mentre in realtà il Governo li assiste) e Mangialardi lo fa. La maggioranza di sinistra senigalliese, con un voto non degno di una città solidale, ha mandato “foera di bal” i profughi libici e tunisini sbarcati a Lampedusa.



Ecco il vero volto della sinistra. Il consigliere Carlo Girolametti, della sinistra radicale, ha definito addirittura “fastidioso” l’ordine del giorno presentato dal sottoscritto, da Pazzani (Lega) e Marcantoni (Fli) che prevedeva di accogliere 100 profughi circa al centro comunale “Le Dune” per il tempo strettamente necessario a verificare l’esistenza delle condizioni per la concessione dell’asilo politico.

Una sinistra ipocrita e demagogica, pronta a fare la splendida con lo champagne degli altri. Tutti bravi a pontificare sulla solidarietà, a criticare la Bossi-Fini, ad ergersi a campioni dell’accoglienza. Accoglienza sì, ma non nel proprio giardino. Questa sinistra, mi si permetta il termine necessariamente forte, dovrebbe vergognarsi. E i suoi elettori in buona fede dovrebbero capire che, anche in questa città (dove purtroppo anche gli incapaci vivono di rendita politica ideologica), siamo pieni di politicanti capaci solo di riempirsi la bocca con parole vacue ma di guardarsi bene dal passare ai fatti. Incredibile poi la motivazione di certi “sinistri”: non si può votare un ordine del giorno firmato anche dalla Lega.

Ed è qui cha casca l’asino (meglio, gli asini di sinistra): la Lega, come il sottoscritto, mantiene una posizione di rigidità contro l’immigrazione clandestina. Ma è pronta ad accogliere i profughi per davvero e con senso di umanità. Questi vorrebbero spalancare in modo indiscriminato le porte del Paese. Ma non della loro città, non del loro orticello nel momento reale del bisogno L’altra sera, in consiglio comunale, è stata finalmente scritta una parola di verità. Una penosa verità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2011 alle 14:19 sul giornale del 01 aprile 2011 - 2536 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i6j





logoEV
logoEV