Carnevale: la battaglia di Senigallia

2' di lettura Senigallia 08/03/2011 -

La solita sfilata dei carri di Carnevale. La solita battaglia tra ragazzi armati di bombolette di schiuma da barba spray. Sono ragazzi. Ci vuole una certa tolleranza per carità; "A Carnevale ogni scherzo vale" siamo stati ragazzi anche noi. Ma da qui a giustificare autentici atti vandalici mascherati da goliardici scherzi carnascialeschi ce ne corre.



Quello che si è visto quest'anno in Piazza del Duca e zone limitrofe ha ricordato a tratti autentiche scene da guerriglia urbana. Come documentanto le foto da scattate, si sono viste scene che lasciano abbastanza di sasso.

Monumenti, vetrine, arredi urbani e abiti di chi passeggiava imbrattati e sovente irrimediabilmente rovinati.

Nessuno addita il divertimento e la goliardia ci mancherebbe, ma quando si vede una fontana completamente colma di bombolette spray in metallo che galleggiano e tre o quattro imbecilli che le afferrano e se le lanciano a tutta forza credo che si sia travalicato ogni limite.

In Piazza Roma poi una scena surreale. Un ragazzetto delle medie combatteva con tre coetanei a suon di spruzzi copiosi e ogni tanto come un pugile in difficoltà si avviava all'angolo della piazza dove una signora sulla quarantina, probabilmente la madre, lo aspettava munita di asciugamano per dargli conforto.
Ci mancava solo che gli servisse un te caldo e gli togliesse il paradenti e si sarebbe potuto aspettare solo il suono del gong per aspettare l'inizio del nuovo round.
Curiosi poi i pupazzi di schiuma che si aggiravano per la piazza come zombie o i signori di mezza età che attraversavano quella piazza e pretendevano di non ricevere uno schizzo di schiuma addosso.

Insomma, noi siamo per il divertimento sempre, ma oggi crediamo che si sia trasceso.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 21:11 sul giornale del 09 marzo 2011 - 10368 letture

In questo articolo si parla di attualità, Simone Tranquilli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ifZ





logoEV