Simulazione e realtà al Corinaldesi per i volontari della Croce Rossa

simulazione dei volontari della Croce Rossa 3' di lettura Senigallia 26/02/2011 -

Attenzione e partecipazione da parte degli studenti del 'Corinaldesi' di Senigallia alla presentazione e simulazione dell'attività svolta dalla Croce Rossa Italiana di zona per i cittadini.



Tutti gli studenti, che suddivisi in due gruppi hanno assistito alla simulazione di due interventi da parte dei volontari della Cri Senigallia, "hanno dimostrato partecipazione e attenzione al tema di pronto interveto -dichiara il responsabile Mauro Petrucci- e questo ci fa molto piacere perchè proprio da loro dipende lo svolgimento della piena attività di volontariato e assistenza al prossimo".

Un'attenzione da parte dei giovani che trova conferma nella partecipazione degli stessi al corso di formazione che la Croce Rossa Italiana di zona organizza ogni anno. Quest'anno addirittura i giovani iscritti al corso, che a partire dal 14 gennaio si sta svolgendo presso l'Istituto Corinaldesi', sono 151. "Un numero molto elevato di partecipanti che, confessa Petrucci, non ci aspettavamo perchè di solito si iscrivono e non arrivano al termine della formazione. I 151 iscritti di quest'anno invece hanno seguito tutte le 14 lezioni del corso, appreso le nozioni base di pronto soccorso per intervenire correttamente e il 1° marzo affronteranno gli esami". Esami per ricevere l'attestato di idoneità.

Nel frattempo che i più convinti seguono le lezioni del corso, i volontari della Cri Senigallia hanno offerto un riassunto della loro vasta attività a servizio della cittadinanza agli alunni dell'Istituto scolastico 'Corinaldesi' che, da 30 anni, collabora con loro per la formazione di nuovi volontari e per diffondere le regole base per il pronto intervento.

Interventi semplici che possono verificarsi nella quotidianità di ognuno. Pertanto la Cri di Senigallia, dopo una breve esposizione dell'attività, hanno mostrato ai giovani la simulazione di un incidente stradale tra motociclista e ciclista in cui il primo riporta una frattura esposta della gamba ed un'abrasione al braccio. Mentre il secondo non riporta nessun danno personale ma solo tanta paura. E quella di un paziente colpito da infarto soccorso da un passante. Interviene così un equipaggio. A rendere le due simulazioni più veritiere hanno collaborato i cosiddetti 'truccatori', ovvero il personale che attraverso trucchi e vaselline colorate riproducono perfettamente le varie ferite.

Dimostrazioni e simulazioni importanti per coinvolgere i ragazzi nell'attività e per offrire loro un'idea di come effettuare una chiamata di soccorso al 118 in caso di incidente o malore per favorire l'intervento degli stessi e su come comportarsi con le eventuali vittime.

Giornata di studio alternativa quindi per gli alunni dell'Istituto Corinaldesi, nel quale però finzione e realtà sono divenuti un tutt'uno. Nel corso dell'intervallo scolastico e del passaggio da un gruppo all'altro infatti i volontari della Croce Rossa e quelli del 118 sono dovuti intervenire realmente per soccorrere un alunno che, per motivi ancora in fase di accertamento, si è sentito male. Il giovane, soccorso, è stato trasportato in ospedale per accertamenti ma le sue condizioni non sarebbero preoccupanti.








Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2011 alle 15:48 sul giornale del 28 febbraio 2011 - 2657 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, croce rossa, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hQP





logoEV
logoEV