Cambio del mercato da piazza Simoncelli: sopralluogo della Curzi in via Carducci

Paola Curzi 2' di lettura Senigallia 23/02/2011 -

Blitz del comune e degli ambulanti in via Carducci per tentare la delocalizzazione del mercato da piazza Simoncelli. Il comune tenta il tutto per tutto per convincere gli ambulanti del mercato giornaliero di piazza Simoncelli a mettere da parte le resistenze e a trasferirsi di buon grado in via Carducci.



Il rione Porto infatti è stato scelto dalla Giunta come nuova location per ospitare i circa trenta ambulanti che storicamente sono ospitati in piazza Simoncelli. Scelta però fortemente contrastata dagli ambulanti stessi cui non piace la soluzione di via Carducci per varie ragioni. Anzitutto perchè la via non riesce a contenere tutte le bancarelle che così finiscono per essere disseminate per tutto il rione Porto e poi perchè la via non ha lo stesso appeal (né è centrale) come piazza Simoncelli. Per il comune invece il trasferimento del mercato giornaliero è fondamentale alla luce della chiusura al traffico di piazza Saffi, via Solferino, via Chiostergi e via Oberdan.

Con la nuova ztl h24 infatti sono di fatto venuti meno circa cinquanta percheggi e così la Giunta ha pensato di “recuperarli” liberando piazza Simoncelli anche la mattina, oggi occupata dal mercato. Bocciate le proposte alternative avanzate dagli ambulanti di trasferire il mercato, ad esempio, sotto i Portici Ercolani o al Foro Annonario. Per il Comune il mercato in via Carducci rappresenta una soluzione ottimale, dopo gli interventi di riqualificazione del rione Porto e in previsione dei nuovi collegamenti tra mare e centro storico che arriveranno dalla riqualificazione dell'area ex Sacelit Italcementi. Nonostante le resistenze degli ambulanti, il trasferimento in via Carducci si farà e così stamattina l'assessore alle attività economiche Paola Curzi incontrerà stamattina alcuni ambulanti proprio in via Carducci per sperimentare sul posto la fattibilità dell'operazione.

Ci incontriamo sul posto con gli ambulanti per verificare le soluzioni legate alla viabilità e alla dislocazione del mercato -annuncia l'assessore Curzi- si tratta di vedere se ci sono criticità o se la nuova collocazione del mercato giornaliero è fattibile, anche e soprattutto da un punto di vista logistico”. Sui tempi del trasferimento del mercato da piazza Simoncelli a via Carducci, l'assessore Curzi frena. “Siamo ancora nella fase di verifica quindi il trasferimento non è pensabile nel giro di qualche giorno -sottolinea la Curzi- vogliamo chiudere la questione nel più breve tempo possibile ma ci sono questione amministrative e tempi tecnici da rispettare. Una volta decisa la nuova collocazione del mercato, ad esempio, occorre procedere con la riassegnazione dei posto degli ambulanti”.






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2011 alle 23:56 sul giornale del 24 febbraio 2011 - 2586 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, via carducci, Paola Curzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hK8


Non essendo un amministratore o un politico, credo che questa difficile diatriba "bancarelle / comune" andava risolta prima di togliere 50 importanti parcheggi, credo che la colpa delle polveri sottili non provenga dalle due vie chiuse, anche perchè adesso noi del centro sinceramente inquiniamo molto di più, giriamo come delle ciurle per trovare da parcheggiare, si poteva risolvere prima il problema e poi togliere questi per voi maledetti, ma per noi benedetti parcheggi, o no ??

Smith

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Cari signori.....a Senigallia ci sono 44000 veicoli immatricolati....se tutti una mattina si svegliano e prendono la macchina siamo alla totale immobilità.
Non nascondiamoci dietro un dito. Prendiamo la macchina anche quando non è necessario, amiamo la vita comoda dimenticando che la nostra vita comoda impesta l'aria che è di tutti e occupa spazi di socialità che sono di tutti.
Guardate all'interno dei veicoli.....vedete mai macchine con tre o quattro persone a bordo?
Io no....massimo una persona....
Io sostengo in pieno l'Amministrazione per questa scelta.
Non siamo in grado di fare nessun cambiamento culturale o di consuetudine se qualcuno non ce lo impone dall'alto.
E non tiriamo fuori il solito discorso del commercio.
Il commercio non è in ginocchio per le zone pedonali.
Il commercio è in ginocchio nelle zone pedonali e va peggio nelle zone non pedonali....

ha senso parlare di delocalizzazione se si tratta di spostarsi di cento metri?Si parla di localizzare o di locale?ma che, il mercato è stato spostato al Parco della Pace?Piuttosto sulla strada lungo i Portici Ercolani non si rispetta affatto il codice della strada, che imnpone l'arresto alle strisce pedonali a tutti gli automobilisti, se qualcuno è in procinto di attraversare.Ma proprio per niente e da altre parti non succede questo. A lezione di educzione civica bisogna andare , ripeto, innanzitutto.
Mio conoscente mi disse:"Ma qua è come negli stadoni di Milano, tutti vanno avanti spediti incuranti di niente".Questa prescia anche al sabato sera, si procede in modo pericoloso in automobile anche nelle zone residenziali, tutti non si sa dove devono andare...Poi venerdì due settimane fa, di notte, un fuoristrada bianco tipo jeep militare, di quel modello, quelli vecchi, infilarsi in Via mattei da Via Verdi ad almeno 100 km/H e non scherzo , in Via Mattei!!!Ho sclacsonato tanto come faccio sempre se vedo comportamenti non consoni...purtrooppo era l'unica volta che non avevo il cellulare sotto mano per avvisare chi si deve avvisare.

l.m.deserto

Infatti Quilly hai svenduto la tua bancarella e sei andat x il 27 o quasi.
Benedetta ipocrisia

Per Wese:sono uno fra i tanti, sicuramente non uno fra tutti.Poi, quando ti rilasciano il patentino dello scocciatore?In caratteri cubitali.

Off-topic

E Wese, il fatto che io racconti di mie esperienze non implica che mi paragoni agli altri, io volevo solo mettere in evidenza le varie negligenze che si notano in giro, l'ultima espressione che ho usato è proprio una postilla poco utile rispetto al resto.Io non sono nessuno, sono neutro quando scrivo, neutrale, pure nei miei confronti.La prossima volta mi chiederai di esplicare cosa è il giallo se scriverò che ho visto una parete gialla?Può darsi, dal momento che sei volutamente e cocciutamente quello che ho scritto prima, non solo nei miei confronti.Ti piace fare così.

Wese, a maggior agione per il fatto che hai famiglia , bambini, ma che stai a fare quain questo modo... Seriamente , molto seriamente, non sono comportamenti responsabili i tuoi, io posso permettermi qualche pecca perché devo rispondere solo ame stesso (quasi) di quello che faccio o non faccio...Dico sul serio.

L. questo è un commento idiota e lo sai benissimo....




logoEV