UAAR: grazie al consiglio comunale per il testamento biologico

UAAR 2' di lettura Senigallia 11/02/2011 -

Come referente dell’Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti (UAAR) Delegazione di Senigallia, in considerazione della recente istituzione da parte del Consiglio Comunale di Senigallia di un registro comunale che raccoglie le “Dichiarazioni anticipate di trattamento sanitario” nella nostra città, voglio esprimere a nome di tutti i soci e simpatizzanti della nostra associazione, i più sentiti ringraziamenti e congratulazioni, a tutti coloro che si sono adoperati oltremodo, affinché questo importante riconoscimento di un diritto individuale, potesse finalmente essere riconosciuto ai cittadini.



Il ringraziamento ovviamente è equamente distribuito, oltre che ai Consiglieri comunali che per primi si sono distinti per aver presentato la mozione (Angeletti, Battisti, Giacchella, Girolametti, Magi Galluzzi, Pergolesi, Rebecchini, Mancini), anche al Sindaco Maurizio Mangialardi, al Presidente del Consiglio Comunale, Enzo Monachesi ed all’Assessore ai servizi alla persona, Fabrizio Volpini.

Già nell’Aprile 2010 infatti, avevamo richiesto al Sindaco di Senigallia, l’istituzione di un ufficio che potesse assolvere alla raccolta delle volontà anticipate dei cittadini in materia di trattamento sanitario, qualora qualcuno di questi si fosse trovato nelle condizioni di incapacità di intendere e volere.

Nel Maggio 2010, a Senigallia, l’UAAR allestì dei tavolini informativi, dove distribuì volantini affinché tutti i cittadini venissero informati e sollecitati a dire la loro ed esprimersi sulla questione dei “Testamenti Biologici”. In considerazione di una risposta molto positiva e favorevole sull’istituzione di un registro comunale da parte dei cittadini che si avvicinavano ai nostri tavolini informativi, decidemmo così di organizzare, grazie anche all’aiuto dell’Uff. Cultura di Senigallia, una conferenza con il Sig. Beppino Englaro, padre di Eluana. Alla conferenza con il Sig. Englaro, potemmo notare la presenza in sala del Sig. Mancini Roberto (Consigliere Capogruppo di Partecipazione) e del Sig. Volpini Fabrizio (Assessore alla Sanità ed ai Servizi alla Persona del comune di Senigallia), interessati non solo alla storia umana della povera Eluana Englaro, costretta in uno stato di coma irreversibile, alimentata dalle macchine per ben 17 anni, dall’incompetenza politica di legiferare in materia di fine vita, ma anche alla materia relativa ai “Testamenti Biologici” stessa.

Già nel mese di Luglio 2010, cominciammo a vedere i frutti delle nostre richieste e delle nostre “pressioni”, leggendo nei giornali e nei siti web di notizie locali, che a Senigallia si stava lavorando seriamente per l’istituzione ed il riconoscimento delle D.A.T.

La cronaca politica locale di questi ultimi giorni racconta esplicitamente di come il nostro obbiettivo di riuscire a far istituire un registro comunale per le dichiarazioni anticipate di
trattamento sanitario, sia stato abbondantemente portato a termine, grazie ai nostri sforzi, ed ovviamente grazie ad una più che buona politica partita dalla base, che ha saputo tenere conto delle esigenze e dei diritti di tutti i cittadini di Senigallia.


da Paul Manoni
Referente UAAR della delegazione di Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2011 alle 22:32 sul giornale del 14 febbraio 2011 - 4810 letture

In questo articolo si parla di politica, testamento biologico, UAAR, paul manoni e piace a Enea_Bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hkG





logoEV
logoEV