contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > CRONACA
articolo

Colpisce con la mazza da baseball il vicino, oggi l'interrogatorio

1' di lettura
1907

di Sudani Scarpini
redazione@viveremarche.it


manette, arresto

Restano gravi, seppur stazionarie, le condizioni di A.K., l'uomo colpito a colpi di mazza da baseball da un suo vicino di casa. L'uomo, che lavora a Marzocca come elettricista, si trova infatti ricoverato in prognosi riservata per le lesioni riportate durante una discussione terminata in tragedia.

A.K., picchiato domenica a Roncitelli, dove vive in strada del Moroso con la moglie albanese e i due figli, lunedì è stato sottoposto ad un delicato intervento ma le sue condizioni non avrebbero dato segnali di miglioramento.

A colpirlo dunque sarebbe stato Giuly Feliphe Andres, cileno di 30 anni con cittadinanza italiana, che condivide l'appartamento di proprietà dell'Istituto di sostentamento del clero con la vittima. La tragedia al termine della violenta discussione, avvenuta domenica per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, sarebbe l'ultima di una lunga serie. Tra i due non correrebbe buon sangue tanto che più volte è stato necessario l'intervento delle Forze dell'Ordine per riportare la normalità.

Mentre la famiglia di A.K., considerato da tutti onesto e ben integrato a Roncitelli (i figli sono battezzati, frequentano la scuola e il catechismo insieme agli altri bambini), attende il miglioramento delle sue condizioni di salute, i familiari di Andres attendono di conoscere il destino e l'accusa rivolta al 30enne. Mercoledì 9 febbraio quest'ultimo, che in Commissariato avrebbe dichiarato di aver agito per legittima difesa, verrà interrogato dagli inquirenti e dovrà chiarire la dinamica dell'incidente e la sua posizione. Giuly Feliphe Andres, sposato con una senigalliese dalla quale ha avuto una figlia di 16 mesi, nel caso in cui la vittima non dovesse salvarsi rischierebbe difatti l'accusa di omicidio preterintenzionale.



manette, arresto

Questo è un articolo pubblicato il 08-02-2011 alle 23:50 sul giornale del 09 febbraio 2011 - 1907 letture