La Curzi sul mercato in piazza Simoncelli: 'Non è giusto snobbare via Carducci'

Paola Curzi 3' di lettura Senigallia 05/02/2011 -

Dopo la Confcommercio anche la Cna boccia le nuove ztl e area pedonale in centro. Il “no” dell'associazione degli artigiani al provvedimento che entrerà in vigore lunedì prossimo è motivato dalla mancanza di nuovi parcheggi che compensano i cinquanta che verranno meno con la chiusura di piazza Saffi, via Solferino, via Oberdan e via Chiostergi.



Il Comune dal canto suo tende la mano agli operatori e annuncia una serie di incontri con le associazioni di categoria. Nodo cruciale ancora da risolvere è proprio la “liberazione” di Piazza Simoncelli dal mercato della mattina. La Giunta ha infatti pensato alla delocalizzazione degli ambulanti in via Carducci mettendo così a disposizione i posti auto di piazza Simoncelli per tutto il giorno. I commercianti però puntano i piedi e di sostarsi, soprattutto in via Carducci, non ne vogliono sapere. E così, in attesa di un accordo, da lunedì il provvedimento di estensione della ztl e dell'area pedonale partirà avendo però meno parcheggi a sostegno del centro storico.

“I commercianti e gli artigiani del centro storico non sono contrari alla pedonalizzazione del centro storico ma dicono no al provvedimento varato dall'Amministrazione Comunale perchè toglie parcheggi -lamenta il segretario di Cna Massimiliano Santini- anche noi vogliamo un centro storico senza auto ma non si può pedonalizzare senza creare aree di sosta aggiuntive. I parcheggi che restano sono lontani e la gente non li utilizza. Ma quello che è più grave è che il Comune non doveva partire con questo nuovo provvedimento senza aver prima liberato piazza Simoncelli dal mercato”.

Anche il provvedimento adottato, che prevede una ztl “spinta” perchè prolungata h 24, per i commercianti avrebbe dovuto essere meglio formulato. “Oltre alla necessità di reperire nuovi parcheggi l'ordinanza avrebbe dovuto prevedere maggior flessibilità -fa eco la presidente di Cna Giovanna Curto- soprattutto per quanto riguarda il carico e scarico. I corrieri trovano molta difficoltà nel consegnare le merci perchè possono farlo fino alle 9,30 del mattino e dalle 14 alle 16, costringendo quindi i commercianti a restare in negozio anche durante la pausa pranzo. Sul fronte della sosta abbiamo avanzato nel tempo diverse proposte come l'introduzione di una sosta veloce o effettiva in piazza Garibaldi, che è scarsamente utilizzata, ma sono state tutte respinte”.

Per mitigare l'impatto della nuova ztl da piazza Saffi a via Chiostergi, il comune cerca la via del dialogo con gli ambulanti che devono lasciare piazza Simoncelli. “La prossima settimana incontrerò le associazioni di categoria e gli ambulanti per discutere la previsione -annuncia l'assessore alle attività economiche Paola Curzi- l'ipotesi di destinare totalmente piazza Simoncelli al parcheggio è quella che ci ha convinti di più. Questo non toglie che ascolterò ancora gli ambulanti, che faranno proposte alternative”. Nonostante tutto però la delocalizzazione del mercato in via Carducci appare inevitabile, anche se gli ambulanti in quella via non vogliono andare perchè considerata “poco strategica” per il mercato.

“Mi dispiace che da parte degli ambulanti ci sia questa chiusura verso via Carducci e il rione Porto e questo atteggiamento dispiace anche ai commercianti del rione che si sentono emarginati -aggiunge la Curzi- il mercato può essere invece l'occasione per creare maggiore inclusione e per sviluppare il commercio al rione Porto, dove per altro hanno aperto di recente anche nuove attività”.






Questo è un articolo pubblicato il 05-02-2011 alle 01:01 sul giornale del 05 febbraio 2011 - 2843 letture

In questo articolo si parla di economia, giulia mancinelli, Paola Curzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/g5n





logoEV