Concussione, un anno e due mesi a tre poliziotti

Geografia giudiziaria 1' di lettura Senigallia 03/02/2011 -

Tre condanne ed un rinvio a giudizio. Questa è la sentenza del gup di Ancona nei confronti dei quattro agenti della stradale di Senigallia indagati per concussione.



Tre agenti, Manlio Didimi, Luigi Faggiano e Denis Battistini, processati con rito abbreviato, sono stati condannati ad un anno e due mesi di reclusione. Il quarto, Stefano Panoni, è stato rinviato a giudizio. I poliziotti erano stati denunciati nel 2009 per concorso in concussione plurima. L'accusa è quella di aver "chiuso un occhio" sulle infrazioni al codice della strada per i camion di un imprenditore in cambio di piccoli favori, denaro e buoni benzina. A denunciare il fatto ai carabinieri era stato l'imprenditore stesso.

I legali di uno dei poliziotti condannati, che si professano innocenti, annunciano il ricorso in appello."Sono due anni che lotto contro un muro di gomma - ha detto Manlio Didimi - per dimostrare la mia completa estranietà ai fatti ed ancora non ci sono riuscito. È una cosa che mi distrugge moralmente e psicologicamente".






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2011 alle 23:17 sul giornale del 04 febbraio 2011 - 6699 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, tribunale, polizia stradale, giustizia, concussione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/g2o





logoEV
logoEV