Mario Fiore rinnova l'impegno politico: 'Continuerò a dedicarmi alla mia città'

mario fiore 5' di lettura Senigallia 26/01/2011 -

L'anno appena trascorso è stato un anno pieno ed importante per Senigallia. Da quando si è insediata la nuova Giunta Comunale con il Sindaco Maurizio Mangialardi, tante sono state le scelte e i punti su cui è stato portato avanti il lavoro dell'amministrazione.



Sono passati ormai 7 mesi da quando sono stato nominato consigliere comunale, e in questo lasso di tempo ho cercato di adoperarmi continuamente per portare il mio contributo alla città, cercando costantemente di valorizzarne le qualità, valutarne la realtà e cercando di risolverne, per quanto possibile, le problematiche. Non è mai facile coniugare le tante esigenze all'interno di un'amministrazione locale: le scelte e le decisioni amministrative sono valutate nel modo più opportuno, per il bene di tutti e della città, ma gli interessi sono tanti e per arrivare ad un punto d'incontro occorre che tutti facciano la loro parte.

In questi sette mesi ho cercato, nel mio piccolo, di portare all'attenzione dell'amministrazione le varie problematiche rivoltemi dai cittadini, aiutando a coprire quel divario che inevitabilmente si presenta tra la struttura amministrativa e gli abitanti. Al tempo stesso ho cercato di impegnarmi continuamente nella pratica, poiché a mio avviso la politica non deve essere di troppe parole, ma fatti e opere concrete. Ho messo tutto me stesso in questa carica portando avanti idee e progetti. Ricordo in questo senso in particolare l'approvazione dell'emendamento che permette a tutti i cittadini di convocare un Consiglio Grande, un piccolo strumento di democrazia che consente in qualche modo un maggior coinvolgimento dei cittadini nella vita politica locale, le iniziative sulla notte bianca e la proposta di intitolazione di una via a Luciano Chiostergi. Anche in futuro mi dedicherò costantemente al mio impegno politico, sperando che sia di stimolo a tutti coloro che veramente tengono alla città. Proprio giovedì 20 sono stato presente alla festa di San Sebastiano dei Vigili urbani, facendo emergere il piacere e la cordialità di queste persone che mi hanno fatto sentire a casa e quasi mi sono spogliato del ruolo di consigliere diventando uno di loro, un loro amico orgoglioso di aver speso qualche ora di tempo con persone che mi hanno arricchito con valori antichi ma sempre attuali come il senso di appartenenza e la coesione della squadra.

Il premio di senigalliese dell'anno ha ovviamente un valore simbolico: ci sono tante persone che operano attivamente e portano avanti il valore di Senigallia almeno quanto me, in altri campi. Basti vedere gli altri personaggi citati come David Anzalone, Angelo Di Liberto, Fabrizio Tarducci, Lorenzo Cicconi Massi, o anche altri non citati, come Francesca Maria Gambelli, ballerina senigalliese che ho avuto il piacere di conoscere tramite la sorella, cara amica d'infanzia, e che si sta affermando con successo negli Stati Uniti. Obiettivamente è un gioco, ma come ogni gioco a tutti piace essere lì per confrontarsi. Tutto ciò mi fa capire che l'impegno con cui mi sono dedicato in questi mesi è stato visto e apprezzato. Un riconoscimento è arrivato pochi giorni fa quando ho ricevuto dal sindaco l'incarico a rappresentare il Comune di Senigallia in Regione per i 40 anni del Consiglio Regionale. La città è stata lodata come esempio di efficienza e cordialità, rappresentativa di un bilancio sano e di un'amministrazione accurata, concetto ribadito anche dall'Assessore allo Sport della Provincia di Ancona Eliana Mandolini durante l'inaugurazione del nuovo manto sintetico alle Saline.

Ringrazio per questo il Sindaco Maurizio Mangialardi, che ha avuto fiducia in me e che ogni giorno nelle piccole e grandi questioni mi dimostra affetto e vicinanza Maurizio Memè, che ha presenziato con il sindaco alla mia festa di compleanno in occasione della consegna del premio e che non mi ha mai lasciato solo dandomi sempre buoni consigli, i miei colleghi e amici Adriano Brucchini e Dario Romano che mi supportano,mi sostengono e mi sopportano in Consiglio Comunale e con loro tutti i Consiglieri di maggioranza, la lista Vivi Senigallia e tutte le persone che collaborano con me e mi stimano, in particolare Giovanni Fiore mio fratello a me molto vicino Daniele Filipponi che ha speso tanto tempo durante le vacanze di natale a contattare gli amici su facebook e Laura Fabini, a loro idealmente mando un abbraccio forte e sentito. Una menzione la voglio fare anche per Riccardo Minardi, un mio amico che anche se ha scelto di impegnarsi attivamente in una parte politica che si contrappone alla mia, stimo perché ha sempre cercato un confronto serio e pacato sui problemi concreti che una città in continua crescita come Senigallia, inevitabilmente può presentare. Sinceramente però spero che tutto ciò sia anche il modo per far capire che se si vuole andare avanti bisogna operare concretamente e che tutti noi possiamo migliorare la realtà e risolvere le problematiche che ci interessano da vicino.

Per questo c'è bisogno dell'impegno attivo di tutti e il sottoscritto promette che non farò mai un passo indietro, andrò avanti, con il sorriso sulle labbra, ascoltando tutti stando con la gente e tra la gente per il bene di Senigallia con l’ obiettivo di non arroccarmi in posizioni preconcette e di migliorarmi sempre per rimanere al passo dei tempi che corrono e cambiano molto repentinamente.






Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2011 alle 15:54 sul giornale del 27 gennaio 2011 - 3561 letture

In questo articolo si parla di vivi senigallia, mario fiore, prima commissione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/gHY


provenzan salvani

secondo me il buon vecchio mario fiore sta perdendo il senso della realta'. qualcuno lo fermi, altrimenti potrebbe arrivare a pensare di essere uno dei padri della patria a fianco di cavour o mazzini... questo suo comunicato dovrebbe essere commentato quasi riga per riga, ma chi me lo fa fare? sottolineo solo, bonta' sua, il fatto che "ci sono tante persone che operano attivamente e portano avanti il valore di Senigallia almeno quanto me". mario, calmati! come te mi sa che non c'e' nessuno...

Quando sento parlare di "problematiche" anziché di "problemi", metto mano alla fondina.

Nemo

Off-topic

Segnalo un errore di battirura, correggere Facebbok con Facebook.
Buon lavoro.

Abbiamo ricevuto da Riccardo Minardi e pubblichiamo:
Ho appeso quest’oggi, con molto entusiasmo, che il Consigliere comunale nonché amico Mario Fiore appena insignito dell’onorificenza di senigalliese dell’anno mi ha menzionato nel suo comunicato a Vivere Senigallia.
Devo dire che ho molto apprezzato la stima che l’amico Mario mi ha rivolto in particolar modo per ciò che concerne il confronto serio e pacato sui concreti e continui problemi della nostra amata città.
Non sono certo le divergenze politiche che possono contrastare il bene comune e il senso civico e questo l’amico Mario lo ha capito e lo mette in atto ogni giorno.
Lo dico con entusiasmo e pertanto lo esorto ad andare avanti.
Caro Mario in più di un’occasione, e soprattutto nel periodo estivo, abbiamo affrontato diverse problematiche molto serie come il problema dell’alcol, del disagio giovanile (purtroppo in netta ed esponenziale crescita in una città come la nostra) gli asili nido e l’annosa problematica dell’Ospedale che, anche in questa occasione voglio ricordare, si ritrova ad affrontare giornalmente e in particolar modo nel periodo estivo continue emergenze in uno stato di cronica carenza d’organico.
Comunque, detto questo, voglio rinnovare anche in questa occasione e in questa sede la mia personale stima all’amico Mario, il giovane prezzemolino (come è stato giornalisticamente definito) della vita politica senigalliese che ha affrontato, che sta affrontando e che, sicuramente, affronterà le problematiche cittadine.

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Signor Fiore, si ricordi che tutti sono utili ma nessuno è indispensabile.
Scenda dal piedistallo e ritorni sul pianeta terra.
Saluti

Off-topic

Grazie, ho corretto.

Manuela Quattrocchi

Caro Mario, SEI UN GRANDE.

-Manuela-

Non so, penso di essere molto disilluso dalla politica in generale, ma credo pure che un tempo la politica comunicava ugualmente e i mezzi non mancavano, ma si parlava di NOI non di ME.
Certo, spesso era uno spiacevole plurale-majestatis, ma altrettanto spesso dietro c'erano davvero più persone.
Adesso, non so perchè, la politica mi appare tanto, troppo autoreferenziale.
Si, forse sono io quello strano.

Sia chiaro, non ce l'ho con Fiore, che non conosco.

Buongiorno, volevo intervenire ringraziando tutti quelli che hanno letto e lasciato un commento su questo comunicato stampa.
Ringrazio Riccardo e lo rassicuro affermando che andrò avanti cercando di essere al servizio del cittadino perchè questo e non altro è quello che mi sono prefissato durante il mandato di consigliere.
Ringrazio Manuela che saluto e abbraccio caramente e puntualizzo solo che chi mi conosce sà che è molto lontano dal vero il fatto di non essere umile e credermi quello che non sono.
Ho ben chiaro di essere solo un comsigliere ma lo porto avanti con l' entusiasmo e la passione che merita perchè sono orgoglioso che i cittadini mi hanno votato. Ho bisogno dell' aiuto di tutti e sono sceso dal piedistallo perchè non ci sono mai salito anzi mi devo sempre migliorare e per questo ho bisogno di critiche, se possibile costruttive e non preconcette.
Forse è vero ho usato troppo l' io ma solo perchè ho sempre messo la mia faccia prendendomi tutte le responsabilità in tutto quello che faccio senza rifugiarmi dietro a delle sigle che non servono a niente. Le iniziative sono personali e così, quando si ritornerà a votare sarà più chiaro se riconfermarmi o meno perchè non rinnegherò nulla di quello che ho fatto durante il mio mandato.
Detto questo mi impegnerò ancora di più e accetterò di buon grado tutte le critiche anche se insultanti perchè ritengo sia giusto così.
Un abbraccio a tutti i cittadini di Senigallia.




logoEV
logoEV