Rugby: sconfitta di misura per il Sena Rugby contro la Stamura

Sena Rugby contro Supermarine Rugby 3' di lettura Senigallia 18/01/2011 -

Domenica 16 Gennaio scorsa il campionato di Rugby di serie C ha ripreso il via dopo la pausa natalizia. Per il Sena Rugby subito un appuntamento importante: la trasferta ad Ancona contro la capolista del girone Stamura Rugby.



I Galletti sono però scesi in campo con grande determinazione, consapevoli dei miglioramenti dimostrati e degli incoraggianti risultati ottenuti nelle ultime partite del girone di andata. Il bell’impianto dove ha luogo il match, campo I. Conti, zona Palombare, accoglie i molti sostenitori di entrambe le formazioni. Dopo il riscaldamento, parole di incitamento da parte degli allenatori e dei capitani e le due squadre, alle 14.30, entrano in campo per affrontarsi. Ciò che colpisce del primo tempo è la determinazione dei Galletti neri di Senigallia i quali, noncuranti di avere di fronte la squadra prima in classifica del girone, propongono il proprio gioco, si difendono bene dalle iniziative avversarie e minacciano l’area di meta dei padroni di casa, tra l’altro con una punizione da buona posizione che il tiratore Marco Basili non riesce però a realizzare. Il primo tempo è molto combattuto, ma solo la Stamura Ancona riesce a concretizzare marcando una prima segnatura cui ne segue, più tardi, una seconda, realizzata sul finire della prima frazione di gioco sfruttando uno spiraglio apertosi al largo nella difesa del Sena. Squadre al riposo sul 10-0 per la Stamura.

Nel secondo tempo la lotta continua incessante. L’incontro è molto equilibrato e nessuna delle due squadre intende uscire dal campo di battaglia sconfitta. Lo testimonia anche il fatto che per alcune reciproche scaramucce reiterate due giocatori, uno per ciascuna formazione, vedano contemporaneamente indirizzarsi il cartellino giallo dal direttore di gara. Il Sena si fa vedere in avanti, arriva a condurre la lotta dentro la metà campo avversaria e finalmente realizza, dopo una fantastica azione corale in più fasi partita da punizione, la meta del 10-5. Autore della segnatura il solito, incontenibile Mamadou, che con un ultimo scatto recupera la palla dalle mani di un compagno impegnato nelle maglie della difesa anconetana e lo porta in meta. Basili trasforma da posizione impossibile, sulla linea di touch a trenta metri dal bersaglio, ed è 10-7. Nel finale reagisce l’Ancona, ma il Sena ci crede, neutralizza gli avversari e si fa vedere pericolosamente.

La dura lotta costa un infortunio alla seconda linea senigalliese Simone Badiali , ma l’episodio carica i Galli ancora di più, volenterosi di rendere onore al compagno di battaglia ferito. Il Sena inizia allora a spingere con più insistenza, ma il fischio finale dell’arbitro non consente di continuare la ricerca di ulteriori punti, che porterebbero i Galli neri alla vittoria o almeno al pareggio. I Galletti ottengono tuttavia un prezioso punto in classifica quale “bonus difensivo”, circostanza che li premia proprio nel più difficile dei match stagionali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2011 alle 09:32 sul giornale del 19 gennaio 2011 - 543 letture

In questo articolo si parla di sport, rugby, sena rugby, supermarine rugby

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/gq1