FaVolare: successo alla Scuola Pascoli

6' di lettura Senigallia 17/01/2011 -

Come ogni anno la scuola Pascoli si è fatta promotrice dell'iniziativa "FaVolare", giunta ormai alla sua quarta edizione. La Scuola, per un week end si apre ad alunni, di oggi, di ieri e, chissà, di domani, che con i loro genitori possono visitare alcune aule impreziosite da allestimenti di grande effetto scenico, ma realizzati con materiali assolutamente di recupere, nelle quali le insegnanti leggono dei racconti "a tema", secondo l'ambient dell'aula. Così sabato 15 e domenica 16 gennaio FaVolare ha riaperto i battenti.



Un appuntamento fisso per gli alunni della Scuola Pascoli, e da quest'anno anche della Scuola dell'Infanzia Piazza Saffi, che grazie all'impegno delle insegnanti, si è potuto riprendere anche quest'anno, nonostante diversi inghippi "tecnici": dicembre è infatti il mese che ormai tradizionalmente ospita FaVolare, ma quest'anno l'interruzione delle scuole per neve ha fatto rimandare anche l'appuntamento con la fantasia! Il piccolo cambiamento non ha mutato però il grande successo di pubblico, che anzi, è stato superiore a quello delle edizioni precedenti. Genitori e alunni sono accordi con un'affluenza a volte anche inaspettata, sia nel pomeriggio di sabato che in quello di domenica.

Il pittore Paul Klee diceva che "l'arte e' quello che c'e' fra il colore e la tela": da sempre il colore è lo strumento più usato nell'arte per veicolare emozioni, sensazioni e sentimenti....per questo, giunto alla sua IV edizione, anche FaVolare, espressione, speriamo, artistica dedicata ai bambini si è voluta colorare! Si è tinta di nero, come il mistero e la paura, di blu, come la pace, la serenità, di bianco, come la calma e il silenzio, e infine di rosso, come la passione, l'amore, l'amicizia. Emozioni ormai familiari per gli amici di FaVolare, che entusiasti dell'iniziativa, si sono potuti immergere in atmosfere magiche e "colorate". Come sempre, queste due serate in compagnia sono state frutto di un percorso educativo- didattico che noi insegnanti abbiamo intrapreso fin dal mese di novembre con gli alunni. Per quanto riguarda la scelta delle storie si è scelto di allargare lo sguardo a 360° sulla panoramica della letteratura per bambini: da Leo Lionni a Chen Jiang Hong. Per ciò che concerne, invece gli allestimenti e le scenografie le insegnanti hanno cercato di coinvolgere almeno in parte i nostri alunni, come per le foto della paura, la creazione delle riproduzioni di opere d'arte e la realizzazione di altri piccoli manufatti.

I bambini sono stati coinvolti però, solo parzialmente: il resto del lavoro è stato fatto dalle insegnanti proprio al fine di suscitare nei visitatori qui presenti quello stupore che purtroppo, in alcuni momenti del nostro vivere moderno, si rischia di perdere. Infine ma non certo per importanza, una novità presente solo da questa quarta edizione: il concorso fotografico per i genitori, invitativi a proporre lo scatto migliore delle aule di FaVolare. Questa prima edizione è stata vinta da Massimo Lanari genitore dell’alunno frequentante la seconda A tempo pieno Pascoli. Il concorso ha avuto la duplice finalità e di sottolineare l'importanza di una delle forme più incisive dell'arte moderna, specie in una città come la nostra Senigallia "città della fotografia", e di coinvolgere direttamente i genitori nel cuore pulsante dell'iniziativa, al fine di promuovere l'idea che la scuola di oggi sia efficace solo nella misura in cui esista una reale sinergia con le famiglie. Mirella Nacciarriti Come ogni anno la scuola Pascoli si è fatta promotrice dell'iniziativa "FaVolare", giunta ormai alla sua quarta edizione.

La Scuola, per un week end si apre ad alunni, di oggi, di ieri e, chissà, di domani, che con i loro genitori possono visitare alcune aule impreziosite da allestimenti di grande effetto scenico, ma realizzati con materiali assolutamente di recupere, nelle quali le insegnanti leggono dei racconti "a tema", secondo l'ambient dell'aula. Così sabato 15 e domenica 16 gennaio FaVolare ha riaperto i battenti. Un appuntamento fisso per gli alunni della Scuola Pascoli, e da quest'anno anche della Scuola dell'Infanzia Piazza Saffi, che grazie all'impegno delle insegnanti, si è potuto riprendere anche quest'anno, nonostante diversi inghippi "tecnici": dicembre è infatti il mese che ormai tradizionalmente ospita FaVolare, ma quest'anno l'interruzione delle scuole per neve ha fatto rimandare anche l'appuntamento con la fantasia! Il piccolo cambiamento non ha mutato però il grande successo di pubblico, che anzi, è stato superiore a quello delle edizioni precedenti. Genitori e alunni sono accordi con un'affluenza a volte anche inaspettata, sia nel pomeriggio di sabato che in quello di domenica. Il pittore Paul Klee diceva che "l'arte e' quello che c'e' fra il colore e la tela": da sempre il colore è lo strumento più usato nell'arte per veicolare emozioni, sensazioni e sentimenti....per questo, giunto alla sua IV edizione, anche FaVolare, espressione, speriamo, artistica dedicata ai bambini si è voluta colorare!

Si è tinta di nero, come il mistero e la paura, di blu, come la pace, la serenità, di bianco, come la calma e il silenzio, e infine di rosso, come la passione, l'amore, l'amicizia. Emozioni ormai familiari per gli amici di FaVolare, che entusiasti dell'iniziativa, si sono potuti immergere in atmosfere magiche e "colorate". Come sempre, queste due serate in compagnia sono state frutto di un percorso educativo- didattico che noi insegnanti abbiamo intrapreso fin dal mese di novembre con gli alunni. Per quanto riguarda la scelta delle storie si è scelto di allargare lo sguardo a 360° sulla panoramica della letteratura per bambini: da Leo Lionni a Chen Jiang Hong. Per ciò che concerne, invece gli allestimenti e le scenografie le insegnanti hanno cercato di coinvolgere almeno in parte i nostri alunni, come per le foto della paura, la creazione delle riproduzioni di opere d'arte e la realizzazione di altri piccoli manufatti. I bambini sono stati coinvolti però, solo parzialmente: il resto del lavoro è stato fatto dalle insegnanti proprio al fine di suscitare nei visitatori qui presenti quello stupore che purtroppo, in alcuni momenti del nostro vivere moderno, si rischia di perdere. Infine ma non certo per importanza, una novità presente solo da questa quarta edizione: il concorso fotografico per i genitori, invitativi a proporre lo scatto migliore delle aule di FaVolare.

Questa prima edizione è stata vinta da Massimo Lanari genitore dell’alunno frequentante la seconda A tempo pieno Pascoli. Il concorso ha avuto la duplice finalità e di sottolineare l'importanza di una delle forme più incisive dell'arte moderna, specie in una città come la nostra Senigallia "città della fotografia", e di coinvolgere direttamente i genitori nel cuore pulsante dell'iniziativa, al fine di promuovere l'idea che la scuola di oggi sia efficace solo nella misura in cui esista una reale sinergia con le famiglie. Mirella Nacciarriti


da Istituto Comprensivo Senigallia centro






Questo è un articolo pubblicato il 17-01-2011 alle 15:36 sul giornale del 18 gennaio 2011 - 1008 letture

In questo articolo si parla di Istituto Comprensivo Senigallia centro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/gpd





logoEV
logoEV
logoEV