Dopo quarant'anni va in pensione Flavia Spadini, la 'segretaria del sindaco'

flavia spadini 1' di lettura Senigallia 29/12/2010 -

Per quarant'anni ha lavorato al servizio del Comune di Senigallia curando la segreteria del sindaco. Con il suo pensionamento se ne va anche un pezzo di storia comunale.



Flavia Spadini ha lasciato il suo lavoro ed è andata in pensione. Per lei mercoledì un brindisi di commiato e il saluto del sindaco Maurizio Mangialardi, della giunta e dei tanti colleghi. Tante le vicissitudini vissute durante i quarant'anni di servizio di Flavia che ha visto susseguirsi ben otto sindaci e due commissari prefettizi.

"Ho vissuto tante emozioni e tanti momenti, sia belli che difficili in questi anni di lavoro -ricorda Flavia- penso ai tanti sindaci che si sono succeduti ma anche ai momenti di emergenza come nel caso del terremoto del '70 o dell'alluvione quando per giorni lavorammo a ritmo incessante per prestare aiuto alla popolazione anconetana. Sono stati anni di servizio anche al pubblico, a contatto con la gente ed ho potuto conoscere tante persone che mi hanno arricchito. Ricordo però anche brutte disavventure, come quando capitò che qualche squilibrato facesse irruzione in comune. Sono stati anni di lavoro gratificanti che porterò sempre nel cuore".








Questo è un articolo pubblicato il 29-12-2010 alle 18:52 sul giornale del 30 dicembre 2010 - 6111 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, flavia spadini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/fVa


Ciao Flavia! Grazie per il tuo lavoro.

Flavia è una delle prime persone che ho incontrato quando ho iniziato a lavorare e ha mantenuto lo stesso sorriso di quel primo giorno,circa trenta nni fa, nonostante otto sindaci e due commissari prefettizi e anche molto altro.
Un abbraccio e tanti auguri

La conosco era una mia cliente quando aprivo in Piazza Simoncelli. Una persona squisita. In bocca al lupo per tutto.

speriamo che aprivi prima dell'orario di servizio...

Caro Wese forse il commento è tardivo ma hai un futuro di moralizzatore della vita pubblico aperto, complimenti.

Polli, semplice e pura considerazione.
Il moralizzatore lo stai facendo tu e poi magari ti lamenti se vai in un posto pubblico e mancano le persone.
Riferimento assolutamente non diretto alla persona nominata nell'articolo.
Saluti

No è solo un commento cretino...
Come se chi lavora in Comune non abbia diritto ad andare al mercato.
Comunque Wese non mi sembra il caso di fare un commento del genere in calce ad un articolo dedicato ad una pensione unanimemente stimata che va in pensione dopo quarantanni di servizio.
E poi hai anche il coraggio di dire che non ti riferivi alla persona in questione.
Ti ricordo che i dipendenti pubblici hanno le ferie e i giorni liberi e che gli orari delle bancarelle non sono orari d'ufficio.
Gli ambulanti aprono alle sei e chiudono alle due e mezza.
Hai perso veramente un occasione di tacere.

Off-topic

Quilly, il cretino lo dai ad altri.
Lo so che per te erano soldi.
Ripeto che non mi riferivo alla persona in questione perchè neanche la conosco ed anche perchè il commento era rivolto a te e non a lei
Durante l'orario di lavoro non hanno il diritto di andare al mercato proprio perchè vengono pagati per lavorare e non per fare i cazzi propri.
Se poi veniva alle 6 del mattino ben venga.
Buon anno e ricorda che non sei il solo e l'unico che ha tutte le ragioni in tasca.




logoEV
logoEV