x

Cercasi volontari per il cenone della solidarietà

Caritas 3' di lettura Senigallia 21/12/2010 -

“Semplicemente Insieme" è diventata una piacevole e attesa tradizione per la nostra comunità.
Anche quest’anno, nella notte di San Silvestro, la Chiesa di Senigallia, la Caritas Diocesana e l’Unitalsi, in collaborazione con il Comune di Senigallia, offrono l’opportunità di trascorrere insieme un ultimo dell’anno all’insegna dello "stare insieme".



Tutti sono invitati a questa nuova edizione del cenone sotto la struttura riscaldata, che sarà allestita in piazza Simoncelli. Nessuno deve sentirsi escluso. Sarà un modo per divertirsi e festeggiare insieme a chi non ha nessuno con cui brindare al nuovo anno e a chi si trova in una condizione di povertà. Anche quest’anno la crisi economica ha interessato intere famiglie, prima in grado di sostentarsi dignitosamente e ora in gravi difficoltà economiche.
Proprio per questo l’utile della serata sarà destinato tutto al Fondo di Solidarietà, istituito dalla Diocesi di Senigallia nel mese di marzo dello scorso anno per aiutare le famiglie in una situazione di bisogno. La cena in piazza non nasce per una determinata categoria di persone, ma ha lo scopo di far partecipare tutti, almeno per una sera e allo stesso modo, senza distinzioni, per condividere insieme un momento di allegria sapendo di aiutare col nostro contributo le famiglie in difficoltà del nostro territorio. Al cenone possiamo coinvolgere tutti quegli amici o conoscenti che non sarebbero invitati ad altre feste e all’insegna della semplicità annulleremo le differenze sociali, culturali, religiose, economiche. Con questo spirito la partecipazione al cenone avrà il significato di non discriminare e di "farsi prossimo".

“Semplicemente Insieme” non è solo uno slogan, ma sottolinea lo stile sobrio e semplice di questa iniziativa, che intende favorire l’equilibrio e l’annullamento delle differenze sociali, culturali, religiose o etniche.
 Considerato che ci saranno diverse centinaia di persone, siamo alla ricerca di volontari che, in questa serata, si dedichino agli altri facendo i camerieri. Chi è interessato può comunicare la propria disponibilità al Centro di Solidarietà.
 La cena sarà allietata da musica di intrattenimento fino alle ore 23.30, quando ci trasferiremo in Piazza del Duca per lo spettacolo pirotecnico e a seguire di nuovo sotto il tendone per lo “Spazio giovani e non”, animazione con balli di gruppo fino alle 3.00.
 Le iscrizioni non possono essere effettuate telefonicamente e si ricevono presso il Centro di Solidarietà (informazioni al n. 0717925563) – p.le Della Vittoria 24 (vicino alla Chiesa del Portone)
- tutte le mattine dalle ore 9.30 alle ore 14.00
- il martedì e il venerdì dalle ore 17.00 alle ore 20.00.



La quota di 23 euro (esclusi bambini sotto i 2 anni) va versata al momento dell’iscrizione. Per motivi organizzativi e vista la finalità dell’iniziativa, un eventuale ritiro non prevede il rimborso della quota di iscrizione. I posti all’interno del tendone non sono numerati e non possono essere riservati.
 Ma la festa non finisce qui. Per chiudere insieme queste festività, infatti, il 2 gennaio alle ore 17.00 ci sarà sotto il tendone di piazza Simoncelli una “Tombola della solidarietà”, in collaborazione con Comune, Coop Adriatica e Ipercoop Il Maestrale. L’intero ricavato sarà devoluto al Fondo di Solidarietà.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-12-2010 alle 18:28 sul giornale del 22 dicembre 2010 - 978 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, volontariato, caritas, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/fJo





logoEV
logoEV