x

Ostra Vetere: emozione per la 'Giornata del sacrificio del lavoro italiano nel mondo'

Giornata Nazionale del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo 2' di lettura 08/12/2010 -

Una cerimonia carica di emozioni, di ricordi, di immagini e di applausi per celebrare la “Giornata Nazionale del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo” voluta dal Sindaco di Ostra Vetere Massimo Bello e dal Comitato d’Onore guidato da Stefania Mancini, Stefania Cicetti e Tiziana Talevi. Una giornata particolare per ricordare quanti “hanno dovuto lasciare le proprie case, la terra d’origine e i loro cari per crearsi una vita dignitosa altrove”.



“Un invito a riflettere – ha detto il Sindaco Bello – e a conoscere la storia di quanti hanno permesso a noi di poter raccontare le loro gesta, le loro avventure e ciò che hanno fatto all’estero. Una giornata per ricordare i nostri concittadini, ma anche tutti gli italiani, che risiedono nel mondo, portando con il lavoro e l’onore il nome di Ostra Vetere e dell’Italia.”

La cerimonia è cominciata con la proiezione di un dvd dedicato a loro, che conteneva una serie di immagini per ricordare le donne, gli uomini e le famiglie emigrate nel nord Europa e nelle Americhe, ma anche per commemorare la tragedia dei minatori di Marcinelle in Belgio. Commovente l’intervento di Stefania Cicetti, a nome di tutti coloro che hanno trascorso gran parte della loro vita all’estero. Poi, gli interventi del Presidente del Consiglio Provinciale, Luciano Antonietti, dell’Assessore Giordano Rotatori, del Consigliere Regionale Giovanni Zinni e dell’On. Carlo Ciccioli, che hanno sottolineato “l’importanza dell’evento e la testimonianza di una pagina significativa della nostra storia locale e nazionale”.

“Gli italiani nel mondo – ha ribadito il Sindaco di Ostra Vetere – hanno lavorato per noi, ma anche per far crescere i Paesi che li ospitavano e hanno saputo costruirsi un ruolo con dignità, abnegazione e passione, non dimenticando mai la loro Patria. Sono riusciti a farsi rispettare e a trasmettere al mondo la grandezza dell’italia.

Di alto profilo la lettera inviata all’assemblea dall’Ambasciatore Luigi Vittorio Ferraris, che ha evidenziato come “per noi, in Italia, i nostri connazionali all’estero sono uno sprone, un modello e un esempio. Nei loro confronti, dobbiamo nutrire sentimenti di ammirazione e di affetto, che con impegno straordinario ed un eccezionale spirito di sacrificio hanno onorato e onorano l’Italia.” Alla fine della cerimonia, l'Amministrazione comunale ha consegnato ai cittadini di Ostra Vetere, che hanno lavorato all'estero un attestato di benemerenza.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-12-2010 alle 16:18 sul giornale del 09 dicembre 2010 - 998 letture

In questo articolo si parla di attualità, ostra vetere, massimo bello, comune di ostra vetere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/ffH





logoEV
logoEV