contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Campanile sulla bandiera Fiume Sicuro: 'Premia la politica che abbiamo portatato avanti'

2' di lettura
870

legambiente

“La bandiera Fiume Sicuro di Legambiente è un grande riconoscimento al lavoro svolto in questi anni dal Comune di Senigallia”. Riceve (ancora solo virtualmente) con soddisfazione l'assessore alla Città Sostenibile Gennaro Campanile il riconoscimento di Legambiente che riconosce il Comune come il più virtuoso per l'attività svolta contro il rischio idrogeologico.

“Una corretta gestione del territorio -si legge nella motivazione del premio- un buon piano d’emergenza, le campagne di informazione rivolte ai cittadini sul rischio idrogeologico e le attività esercitative rendono questo comune un esempio positivo per il nostro Paese”. Un attestato che arriva però a pochi giorni dall'esondazione del fiume Cesano, che ha provocato allagamenti e ingenti danni in tutta la frazione.

“Quello che è accaduto a Cesano è un evento imprevedibile -premette l'assessore Campanile- dal 2000 ad oggi, le Giunte Angeloni prima e Mangialardi ora, hanno intrapreso una politica urbanistica di rottura rispetto al passato, con la lotta all'eccessiva urbanizzazione e con la politica del consumo zero del territorio che punta alle riqualificazione delle aree in degrado piuttosto che alle nuove edificazione. Anche l'assessorato all'urbanistica ora affidato ad un esponente del Verdi (Simone Cereoni ndr) è un'ulteriore garanzia dell'attenzione che questo comune ha per l'ambiente”. Proprio l'elevata edificazione della zona del Cesano, unita ai lavori in corso a monte per la complanare e terza corsia, sono stati tra le cause della rottura dell'argine del fiume.

“La bandiera assegnataci da Legambiente riconosce proprio questa nuova politica urbanistica che abbiamo intrapreso -prosegue Campanile- con azione mirate come la variante Arceviese che tutela dall'edificazione il fiume Misa, da Vallone a Bettolelle e borgo Bicchia con la riduzione anche degli indici di edificabilità in tutta l'area che va dalle porte della città al confine con Casine di Ostra”.



legambiente

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-12-2010 alle 22:55 sul giornale del 09 dicembre 2010 - 870 letture