contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > SPORT
articolo

Basket: la Goldengas fa cadere la capolista

3' di lettura
780
di Andrea Pongetti
redazione@viveresenigallia.it

pallacanestro senigallia

Al PalaPanzini Perugia perde partita (61-53) e primato.
Prestazione tutto cuore dei senigalliesi.

Una Goldengas che in campo dà tutto, e forse di più, vince ancora al PalaPanzini dove stavolta cade l'ormai ex capolista Perugia, 61-53.

Primo in classifica diventa Trento, anch'esso battuto, qualche giornata fa, a Senigallia.

Vittoria strameritata quella dei senigalliesi, che conducono per tutti i 40' una gara nervosa, con molte palle perse e percentuali piuttosto basse (42% a 38% a vantaggio dei padroni di casa).
La Goldengas però fa meglio della big: Senigallia tira discretamente da fuori (9 triple, 38%) dove Perugia è una disastro (2/15, 13%), e prende più rimbalzi (36-32, Facenda-Pierantoni-Perini 31 in tre).

Goldengas avanti sin da subito, e sin da subito si capisce che partita sarà: punteggio bassissimo già dal primo quarto (14-9) e molti errori. La posta in palio è troppo alta, anche se siamo solo all'undicesima giornata.

Perugia pareggia a quota 14 all'inizio del secondo periodo, nel quale però Senigallia allunga grazie soprattutto a Gnaccarini (10 punti all'intervallo) e a un'intensità difensiva che non cala.
Si va al riposo sul 34-24.

I primi 5' del terzo periodo mostrano la miglior Goldengas anche sul piano spettacolare: determinante ancora una volta a livello offensivo Nicola Catalani, la cui produttività nella parte avversaria del campo è impressionante in rapporto ai minuti giocati.
L'under proveniente dal vivaio spara due triple e un canestro da due dall'angolo, chiudendo la partita con 8 punti in appena 6'; ma soprattutto, propizia l'allungo, sul quale c'è poi la firma ancora di Gnaccarini che infila la tripla del massimo vantaggio (+ 15, 48-33, al 26').
E' ancora lunga: Perugia recupera sul finire del terzo periodo (che chiude sotto 48-40) e nell'ultimo quarto si riporta in un paio di circostanze a meno 4.

Finale caotico con la Goldengas che fatica enormemente a fare canestro ma ha il merito di non calare a livello difensivo, mentre Perugia continua a sbagliare e gli arbitri fanno innervosire un po' tutti con alcuni fischi (e soprattutto con alcuni non fischi), quantomeno discutibili.
Una tripla di Pierantoni ricaccia gli ospiti a – 7 (53-46 al 35'), ma poi è Facenda (foto) a risolvere: l'ex Scavolini, palesemente acciaccato ma comunque determinante (12 punti, 13 rimbalzi, 29 in valutazione), s'inventa una tripla incredibile da almeno 9 metri a poco più di 2' dalla fine (58-48).
In pratica il canestro della vittoria, sancita poi da altri due punti di capitan Pierantoni.

Finisce 61-53.

Una vittoria d'oro ed indispensabile in una giornata in cui diverse concorrenti alla salvezza conquistano successi non sempre attesi.

Tabellino

GOLDENGAS SENIGALLIA 61:

Gnaccarini 16, Penserini 2, Monticelli 12, Pierantoni 5, Facenda 12;
Centanni, Maddaloni, Catalani 8, Giommi ne, Perini 6.

All. Regini

LIOMATIC PERUGIA 53:

Caroldi 7, Musso 8, Cutolo 12, Bonamente 3, Pazzi 6;
Chiatti 7, Santantonio ne, Rath ne, Carenza 4, Baldi Rossi 6.

All. Paolini

Arbitri: Boninsegna di Paderno Dugnano (Mi) e Cè di Cassina de' Pecchi (Mi)

Parziali: 14-9 34-24 48-40 61-53.

Note – Spettatori 700 circa.

Classifica dopo 11 giornate su 30

Trento 18, Piacenza, Brescia, Perugia 16, Torino, Treviglio 14, Omegna, Senigallia, Trieste 12, Siena, Pavia 10, Ozzano 8, Castelletto Ticino 6, Recanati, Riva del Garda, Osimo 4.



pallacanestro senigallia

Questo è un articolo pubblicato il 05-12-2010 alle 22:09 sul giornale del 06 dicembre 2010 - 780 letture