statistiche accessi

x

Arcevia: laboratori didattici per le scuole elementari

ceramica 3' di lettura 25/10/2010 -

L’Expo Marche, in collaborazione con Cna e Confartigianato, la Provincia di Ancona, la Camera di Commercio di Ancona ed il Comune di Arcevia, presenta il progetto “Laboratori Didattici per le Scuole Elementari”: due giornate interamente dedicate alla “conoscenza” del background artigianale di cui è particolarmente ricca la regione Marche.



L’iniziativa è volta a far conoscere il mondo del lavoro artigianale attraverso il divertimento, la fantasia e la creatività dei bambini e, soprattutto, vuole essere un’occasione per far scoprire le antiche arti della lavorazione dell’argilla e della carta grazie agli insegnamenti di due mastri artigiani, i quali seguiranno i piccoli partecipanti nelle loro lavorazioni. I laboratori didattici si svolgeranno nelle giornate di martedì 26 e mercoledì 27 ottobre dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e vedranno coinvolte dieci classi con circa 140 bambini.

La 1ª, 2ª, 3 ª, 4ª e 5ª elementare della Scuola primaria di Arcevia si cimenteranno con il corso della lavorazione dell’argilla e la 1ª, 2ª, 3 ª, 4ª e la 5ª elementare della Scuola Primaria di Piticchio, sarà, invece, impegnata, con il corso della lavorazione della carta. L’iniziativa verte sull’insegnamento di due tecniche di lavorazione principali.

L'ARGILLA – attraverso la manipolazione diretta di questa terra, particolarmente malleabile e facilmente lavorabile con le mani, si potrà stimolare la creatività dei bambini che seguendo la propria fantasia potranno creare dei piccoli manufatti in terracotta. Il laboratorio didattico sarà curato dal Presidente dell’Associazione ConCreta Anna Rossi esperta ceramista, la quale organizzerà dei brevi corsi per insegnare ai bambini come lavorare l’argilla attraverso l’utilizzo della tecnica a lastra usando forme e disegni impressi su stampi. Il manufatto una volta cotto, sarà poi regalato ai bambini che lo hanno creato.

La CARTA – Cartiera Artigiana di Fabriano a cura del Mastro Cartaio Sandro Tiberi. La magia di un’arte antica rivive per far scoprire il fascino di saper creare, con le proprie mani, un foglio di carta, ed entrare a far parte così della storia della cultura dell’uomo. L’iniziativa si propone di promulgare il mestiere di “Mastro Cartaio”, la storia e la tecnica di fabbricazione della carta a mano che proprio in Italia, (a Fabriano), si è sviluppata, dando la possibilità alla cultura e all’arte di essere fruita da tutti. Gli alunni potranno vedere dal vero tutte le fasi di fabbricazione di un foglio di carta, proprio come d’uso a Fabriano nel 1200 dagli antichi Mastri Cartai. Scopriranno ogni segreto che questi artigiani custodivano gelosamente. Infine, avranno la possibilità di fabbricare un foglio di carta cimentandosi in un mestiere che conserva ancora oggi tutta la magia di un tempo.

L’invenzione della carta è la scoperta più importante per la diffusione della cultura e lo sviluppo del progresso umano. Il mastro Cartaio porterà tutta l’attrezzatura necessaria alla fabbricazione della carta a mano, un piccolo laboratorio in miniatura, ma perfettamente funzionale che gli permetterà di ricreare un’antica Gualchiera medioevale. Un momento di forte valenza didattica che cerca di avvicinare il mondo dei più piccoli alla manualità dei mestieri della nostra tradizione artigiana.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 15:37 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 596 letture

In questo articolo si parla di attualità, ceramica, expo marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dGg





logoEV
logoEV
logoEV