contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > POLITICA
comunicato stampa

Pd: Giacchella dalla parte della Brignone, 'Io sto con Beatrice'

2' di lettura
1018

da Massimiliano Giacchella
Consigliere Comunale Pd


massimiliano giacchella

Ma Nino non aver paura a sbagliare un calcio di rigore, non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo e dalla fantasia.” Ciao compagna “Nina”, io sto con te!

Io sto con te perchè assieme stiamo condividendo idee, sogni, speranze, lacrime e risate.
Io sto con te perchè io, tu e tanti altri abbiamo un progetto comune.
Io sto con te perchè io, tu, Stefania, Fabrizio, Paola, Abramo, Mauro, Margherita e tanti altri abbiamo iniziato un percorso comune ed aggregante. Un percorso fatto di persone, anzitutto, ma un percorso di idee e di contenuti soprattutto.

Io, Nina, sto con te perchè ho la necessità di fare politica. Ho la necessità di fare e pensare alla politica della gente, per la gente. Ho la necessità di una politica partecipata e partecipativa, di una politica che aggreghi sui temi e non disgreghi sui calcoli. Ho la necessità di una politica che guardi al futuro dei nostri figli e non alla conservazione del presente di quelli che potrebbero essere i nostri padri e le nostre madri. Ho la necessità di una politica fatta di passione, di sentimento e di ragione. Ho la necessità di una politica dei contenuti e di determinati contenuti. Ho la necessità di una politica che parli di lavoro, di precariato, d'ambiente ed energie rinnovabili, di diritti civili e di beni comuni come l'acqua. Ho la necessità di una politica che guardi al sociale, all'integrazione, alla cultura come vere risorse dalle quali poter attingere per poter costruire un futuro. Questi sono i nostri temi, questi sono i temi di chi ha intrapreso il nostro percorso e di tutti quelli che vorranno aggregarsi.

Io Nina sto con te! Sto con te perchè non sei sola. Sto con te perchè assieme a te ci sono tante altre brave persone e non tante singole individualità. Cara Bea, sarebbe stato veramente un peccato non provarci. Il non provarci ci avrebbe potuto far perdere di vista proprio ora che ci siamo incontrati. Il non provarci avrebbe potuto farci perdere per strada, ancora una volta, i nostri sogni e le nostre speranze. Ora questo rischio non c'è più ed il merito e tutto tuo.

Ciao compagna “Nina” Massimiliano

“Prese un pallone che sembrava stregato, accanto al piede rimaneva incollato, entrò nell'area, tirò senza guardare ed il portiere lo fece passare. “



massimiliano giacchella

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2010 alle 17:47 sul giornale del 11 ottobre 2010 - 1018 letture