x

Corinaldo: il paese dà il benvenuto a don Giuseppe Bartera

2' di lettura 06/10/2010 -

Nel corso dei molteplici avvicendamenti dei parroci nelle nostre parrocchie, domenica 3 ottobre, la Parrocchia di Corinaldo ha accolto con grande calore il suo nuovo Arciprete-Parroco don Giuseppe Bartera.



Egli, già parroco al Portone di Senigallia per undici anni, succede a mons. Umberto Mattioli che, dopo aver guidato la comunità corinaldese per ventidue anni con grande zelo e fedeltà, ora ricopre l’incarico di Cancelliere Vescovile presso la Curia. Ad accogliere il nuovo Arciprete alle porte della cittadina mediovale, in un panorama suggestivo, vi erano, oltre al Vescovo mons. Orlandoni, i presbiteri collaboratori, il sindaco di Corinaldo Livio Scattolini, il quale nelle sue parole di saluto ha auspicato fra l’Amministrazione Comunale e la Parrocchia una buona collaborazione augurando a don Giuseppe un buon lavoro, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, che ha espresso a don Peppe Bartera tutta la stima e il riconoscimento a nome della città di Senigallia, per il grande lavoro svolto per undici anni a favore della popolazione tutta. Nell’omelia, che il vescovo Orlandoni ha tenuto durante la celebrazione eucaristica celebrata nella chiesa di San Francesco, egli ha richiamato con forza l’importanza della figura del parroco per la comunità cristiana, "il quale2, ha detto, "deve essere padre, amico, guida per la gente, ma soprattutto testimone della fede in Cristo Gesù morto e risorto".

"La comunità di Corinaldo" ha continuato il vescovo, «ha sempre avuto una forte tradizione di fede e può vantare, tra i suoi cittadini più illustri, l’esempio e la testimonianza della vergine e martire Santa Maria Goretti». Proprio alla sua intercessione il vescovo ha affidato il nuovo ministero di don Peppe come parroco di Corinaldo auspicandosi anni di crescita per la comunità cristiana nella comunione e nel servizio ai più poveri e bisognosi. Dopo aver ricevuto il saluto da parte anche del consiglio pastorale parrocchiale, don Peppe ha preso la parola al termine della celebrazione, ringraziando tutti per l’affetto e la stima dimostratagli in questi anni e ricordando come il suo ingresso a Corinaldo sia un vero e proprio ritorno a casa. In questa comunità infatti egli è nato, qui è stato battezzato e ha ricevuto tutti i sacramenti, compreso il sacerdozio. "Sono partito da qui trentanove anni fa come figlio di questa terra» ha concluso don Peppe, "e ora ritorno come padre grato al Signore per i tanti doni che mi ha fatto".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-10-2010 alle 15:33 sul giornale del 07 ottobre 2010 - 3247 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo, don giuseppe bartera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cX7





logoEV
logoEV