Non tutti i banditi sono neri

1' di lettura Senigallia 23/09/2010 -

Nel tardo pomeriggio di venerdì 17 settembre stavo per attraversare l'ex-ponte girevole sul fiume Misa, quando scendendo dalla bici mi è caduto il portafoglio (senza che me rendessi conto) contenente: patente, carte di credito, assegni e una discreta quantità di denaro.



La ricerca spasmodica del perduto, rivisitando i luoghi in cui avevo speranza di ritrovarlo è durata 2 ore senza risultato; ero rientrato demoralizzato a casa da circa 30 minuti per bloccare le carte di credito, quando suona il citofono e chiedono se Luciano Morbidelli è in casa, mi si è riaperto il cuore alla speranza!

Scendo e trovo 4 giovani, che dopo un rapido e attento accertamento d'identità mi restituiscono, integro in tutto, il portafoglio.

Questi onesti ragazzi sono lavoratori originari del Bangladesh e con codesta nota li voglio segnalare e ancora ringraziare. Preciso che ho dovuto insistere parecchio, affinché accettassero il 10% (legale) del denaro restituito.

Si chiamano: Hossain Ashraf, Potik Kazi, Amin Sarkar Ruhul, El Hamad Rand.






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2010 alle 23:16 sul giornale del 24 settembre 2010 - 4598 letture

In questo articolo si parla di cronaca, luciano mancinelli, portafoglio e piace a Enea_Bartolini tommaso errebi michele discepoli cananga

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cvS





logoEV
logoEV