statistiche accessi

x

Bello e Olivetti: 'Nessun accordo che preveda il declassamento dell'ospedale'

2' di lettura Senigallia 01/09/2010 -

“Non firmeremo alcun documento, che preveda il declassamento del nostro ospedale fino a farlo divenire un satellite di quello di Torrette di Ancona nell’ambito del progetto di Area vasta deciso dalla Regione e dal Direttore di Zona Franco Pesaresi. Non firmeremo alcun documento a scatola chiusa senza prima averne parlato in una riunione della Conferenza dei Sindaci che il Sindaco di Senigallia ha il dovere, a questo punto, di convocare con la massima urgenza, e non possiamo accettare di parlare di sanità al telefono o via e-mail.”



Non usano mezzi termini i Sindaci di Ostra Vetere e di Ostra, rispettivamente Massimo Bello e Massimo Olivetti, a proposito dell’invito a sottoscrivere, via telefono, il documento stilato dal Sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi.

“Se si vuole condivisione ed unanimità su un atto di indirizzo, occorre – dicono Bello e Olivetti - prima chiarire alcuni aspetti significativi dell’intera vicenda che ha colpito la sanità locale, altrimenti non ha senso e non vi sono ragioni sostanziali che ci possano indurre a cambiar idea. Se qualcuno pensa di chiudere la questione, come se nulla fosse successo, si sta sbagliando. E’ da irresponsabili presentarci un documento, su cui non si è aperto alcun dibattito e confronto serio nell’unico luogo istituzionale deputato ad occuparsi di sanità: la Conferenza dei Sindaci.”

“In relazione, poi, al Direttore Pesaresi – aggiungono i due Sindaci – ci ha meravigliato il fatto che egli abbia consegnato alla Conferenza dei Capigruppo di ieri sera, 31 agosto, i budget aziendali ed i report trimestrali, mentre ai Sindaci nella seduta del 26 agosto non abbia dato nulla nonostante la nostra richiesta del 30 luglio scorso. Un comportamento istituzionalmente scorretto e poco rispettoso nei confronti di autorità locali quali i Sindaci. E’ evidente, oramai, come da parte di Pesaresi vi sia un atteggiamento di chiusura e di presunzione nei confronti delle istituzioni democraticamente elette che non ha eguali nella storia di questo territorio. Ci stupisce, poi, anche il comportamento di Mangialardi, che nulla ha fatto perché i Sindaci di questa Zona avessero quei budget aziendali. L’unica cosa che ha saputo fare il Sindaco di Senigallia è stata quella di telefonarci per invitarci a firmare il “documento di resa”.

Intanto, domani sera, giovedì 2 settembre, ad Ostra Vetere, i due Sindaci hanno convocato gli Stati Generali della sanità locale.


da Massimo Bello e Massimo Olivetti
sindaci di Ostra Vetere e Ostra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-09-2010 alle 14:56 sul giornale del 02 settembre 2010 - 2438 letture

In questo articolo si parla di sanità, massimo bello, politica, massimo olivetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bGz





logoEV
logoEV
logoEV