statistiche accessi

x

Senigallia e Marche nuova frontiera per gli americani

lungomare senigallia 2' di lettura Senigallia 20/08/2010 -

Si chiama John Williams e se il nome non potrebbe essere più anonimo, certamente non lo è stata la sua scelta di vita: chiropratico 62enne della Pennsylvania in vacanza nelle Marche, si è innamorato della nostra terra al punto di trasferirsi definitivamente in un casolare alla periferia di Senigallia, a due passi dal mare, dove con un ettaro e mezzo di uliveto produce ora olio e conserve di frutta insieme alla moglie e ai due giovani figli.



Potrebbe essere una storia di semplice curiosità, se non fosse solo quella citata nell’apertura di una intera pagina riservata oggi da uno dei principali quotidiani nazionali, il Corriere della Sera, a sviluppare il concetto di Marche come nuova frontiera da inseguire. John Williams precursore di folte schiere di connazionali? Molto probabile, se è vero che l’influente bibbia dei pensionati americani AARP, che conta qualcosa come 35,6 milioni di abbonati, ha inserito proprio la nostra Regione come uno dei cinque paradisi terrestri dove andare a vivere dopo la pensione (gli altri per la cronaca sono la Linguadoca francese, il Cascais portoghese, il Boquete di Panama e la regione messicana di Puerto Vallarta). I motivi, che in America sono stati adeguatamente promossi anche grazie all’ormai celebre ruolo di Dustin Hoffman come testimonial, sono stati riassunti nelle splendide spiagge, nei vigneti ridenti, nell’ottimo clima, nei patrimoni di arte e architettura e nei migliori piatti di pesce della cucina italiana.

Per i senigalliesi è persino superfluo evidenziare la particolare rispondenza di un simile elenco alle ricchezze offerte da Senigallia e dal suo immediato entroterra. “Gli ampi servizi pubblicati dal Corriere – ha sottolineato Maurizio Mangialardi, Sindaco di Senigallia – rappresentano esattamente una realtà che marchigiani e senigalliesi conoscono a perfezione. La nostra regione può contare su un incredibile numero di eccellenze che la rendono un luogo unico, meta ideale per tutti coloro che vogliano assaporare fino in fondo i mille sapori della vita. I nuovi e sempre più capillari mezzi di comunicazione stanno contribuendo a diffondere questa consapevolezza ed è pertanto facile auspicare che in futuro questo movimento di massa proseguirà. E in particolare Senigallia, che da sempre ha saputo fondere il suo carattere turistico con la straordinaria ospitalità dei suoi abitanti, sarà sempre pronta ad accogliere ogni visitatore affinché possa sentirsi fin dal primo momento parte di un sistema costruito su quei valori etici e culturali che dovrebbero ispirare ogni azione di governo del territorio.”






Questo è un articolo pubblicato il 20-08-2010 alle 16:44 sul giornale del 21 agosto 2010 - 3328 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, lungomare, senigallia, marche, pensionato, Florida, Stati Uniti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bn9





logoEV
logoEV
logoEV