Monte San Vito: 12 denunce, truffa per 80 milioni di euro

guardia di finanza 1' di lettura Senigallia 16/08/2010 -

Sono durate un anno le indagini delle fiamme gialle che hanno portato alla scoperta di una maxi frode ai danni dell'erario. False fatturazioni per oltre 400 milioni di euro.



La truffa avrebbe coinvolto due società con sede a Corinaldo e Monte San Vito, entrambe aziende conosciute nel settore per l'import-export di materiale plastico. Attraverso la falsa fatturazione di operazioni inesistenti per oltre 400 milioni di euro, le aziende, avrebbero generato crediti Iva fittizi per 80 milioni di euro.

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ancona hanno accertato l'evasione dopo un anno di indagini. Il meccanismo di frode era realizzato da 13 società italiane e 8 estere collegate tra loro. Sono 12 le persone segnalate all'autorità giudiziaria e denunciate, a vario titolo, per truffa aggravata ai danni dell'erario.

A seguito di altre indagini e verifiche fiscali della polizia giudiziaria è stato proposto il recupero della tassazione per circa 190 milioni di euro.






Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2010 alle 17:08 sul giornale del 17 agosto 2010 - 1390 letture

In questo articolo si parla di cronaca, truffa, guardia di finanza, alberto bartozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bhk


Vorrei conoscere il nome dell'azienda Corinaldese coinvolta. Quella di Monte San Vito è la ANDELINI.<br />
Grazie per chi saprà fornirmi informazioni.




logoEV