statistiche accessi

x

Corinaldo: festa per i 66 anni dalla Liberazione

3' di lettura 13/08/2010 -

Corinaldo ha festeggiato in forma solenne il 66° anniversario della Liberazione, avvenuta nell’agosto del 1944 ad opera dei valorosi combattenti del Battaglione San Marco, inquadrati nel C.I.L. (Corpo Italiano di Liberazione), comandati dal sottotenente Alfonso Casati.



I militari italiani del Battaglione San Marco, il giorno 6 agosto, sferrarono una cruenta battaglia contro i nazisti asserragliati nel palazzo municipale di Corinaldo, che risposero al fuoco dei nostri soldati con le mitragliatrici posizionate nel finestrone dell’ufficio del sindaco. I giovani del Battaglione San Marco arrivarono fin sotto le mura di Corinaldo, ma la controffensiva dei tedeschi ebbe il sopravvento e il sottotenente Alfonso Casati, alla testa dei suoi uomini, benché ferito a morte, continuava ad incitarli al combattimento nel tentativo di liberare Corinaldo. Al sottotenente Alfonso Casati, figlio del Ministro della Guerra, caduto eroicamente in combattimento lo stesso 6 agosto, venne concessa alla memoria la medaglia d’oro al Valor Militare.

Il ricordo mai sopito del sacrificio della medaglia d’oro Alfonso Casati quest’anno è stato condiviso con una delegazione dell’Amministrazione Comunale e dell’A.N.P.I. del Comune gemellato di Arcore, Città natale del Casati. Dopo la deposizione delle Corone al Cippo di Alfonso Casati, da parte del Sindaco Livio Scattolini, del Comune e dell’A.N.P.I. di Arcore, in corteo le autorità si sono portate in Piazza Largo 10 Agosto 1944 e al Sacrario dei Caduti, dove sono state deposte le corone dell’Amministrazione Comunale di Corinaldo. Il corteo ha proseguito sino in Piazza del Terreno, preceduto dalla Banda Cittadina diretta dal maestro Alessandra Battestini, dove si è svolto il tradizionale concerto che la banda cittadina offre ai corinaldesi e ai molti turisti che in questi giorni sono ospiti nella cittadina che ha dato i Natali a Santa Maria Goretti. Il concerto, presentato da Gilberto Genga e dalla bravissima Giorgia Fabri, ha deliziati i circa cinquecento presenti. La banda ha iniziato con la tradizionale marcia “Corinaldo” di Mauro Porfiri, scritta in onore della nostra città e che è diventata la sigla di apertura della banda. Il concerto è proseguito con brani di musica contemporanea e da films: La Vita è Bella, Notting Hill e alcuni brani di Ennio Moricone.

Un lungo applauso ha accolto l’esecuzione della Marcia d’Ordinanza dell’ Arma dei Carabinieri “La Fedelissima”. Il Sindaco Livio Scattolini nel suo intervento di saluto ha detto: “ Il concerto del 10 di Agosto per la commemorazione della liberazione di Corinaldo e a ricordo del sacrificio del sottotenente Alfonso Casati, attraverso la testimonianza del presidente onorario dell’ANPI di Arcore Ambrogio Riboldi. Il gemellaggio tra le due città si sviluppa attraverso scambi di visite dei ragazzi della seconda medie, con progetti mirati a mantenere vivo il ricordo, ma soprattutto i valori universali trasmessi dal Casati, quali la liberà, il diritto alla dignità dei popoli, all’uguaglianza, alla fratellanza”. Sono seguiti gli interventi del presidente Onorario dell’ANPI di Arcore, il quale ha consegnato al Dirigente scolastico Gherardo Villani un filmato girato in occasione della visita degli alunni della classe 2^ media di Corinaldo ad Arcore, del Dirigente Scolastico Villani e del Presidente Provinciale dell’Anbima Ermanno Costantini.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2010 alle 14:55 sul giornale del 14 agosto 2010 - 683 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/bds





logoEV
logoEV
logoEV