Avanti Senigallia: il PdL costruisce un paese migliore

maurizio perini 4' di lettura Senigallia 07/08/2010 -

Il Club della Libertà, riunitosi in assemblea straordinaria lo scorso 4 agosto, rompe il silenzio ed interviene con una nota congiunta della segreteria, sugli sviluppi della scissione avvenuta a livello parlamentare.



Per i membri dell’esecutivo del club, Francesco Piccolelli, Maurizio Perini e Francesco Bonazza, occorre guardare ai fatti anziché ai giochi di potere; ai risultati concreti anziché alle sterili disquisizioni dei “politici di professione”; ai problemi del Paese anziché alle bagarre giudiziarie. Dobbiamo rendere merito a questo Governo, scaturito da un accordo programmatico tra i grandi partiti del centrodestra Italiano, dei risultati conseguiti sul campo in un momento di estrema difficoltà dovuta non solo alla congiuntura, ma pure ad anni di malgoverno da parte di tante amministrazioni locali di diverso colore politico, che rappresentano un livello di spesa a se stante che crea consenso elettorale in maniera spesso clientelare gravando oltremodo i già deficitari conti dello Stato. I senigalliesi in questi giorni hanno la dimostrazione di questo, assistendo alle vicende nella nostra Asur in cui fra accuse reciproche di responsabilità reciproca si ha soltanto la certezza di un buco colossale. Per il portavoce del club, Francesco Bonazza, và in particolare focalizzata l’attenzione ai fatti anziché ai giochi di potere e per questo si chiede come può una piccola città come Senigallia trovarsi con un buco di 6 milioni di euro; buco che ancora una volta saranno i cittadini a pagare con un ulteriore e amaro prezzo per ripianare il deficit dell’Asur.

In questi giorni - prosegue Bonazza esprimendo il disorientamento di tanti giovani - non si riesce a capire proprio dove schierarsi, se in una amministrazione già impotente nei fatti, oppure in una dove il consigliere di riferimento è semplicemente assente. Ancora Piccolelli riprende il tema dell’esecutivo ribadendo come il Governo fronteggiando emergenze come quella dell’Aquila, dell’Alitalia, della Fiat abbia ascoltato le popolazioni, le parti sociali e cercato di adottare i provvedimenti migliori per il Paese; come poi non ricordare i grandi interventi legislativi in materia di sicurezza stradale con l’approvazione del nuovo Codice della Strada; nella scuola con la riforma Gelmini, contestata duramente , ma ora sempre più apprezzata dagli stessi operatori e soprattutto dalla famiglie; e ancora gli interventi difficili ma doverosi in materia previdenziale, fiscale ed edilizia con un piano casa che avrebbe dovuto anche nelle Marche determinare l’inizio della ripresa ed invece per la logica distruttiva di certa sinistra al governo della Regione , è stato completamente disatteso con le conseguenze che tutti ben conoscono di un settore che tira il fiato e grandi interventi di urbanizzazione che non riescono a partire. Anche qui – ironizza Perini - il riferimento a vicende senigalliesi come Area Sacelit e Parco della Cesanella sono scontati. La questione della moralità nella politica è un tema che ci stà a cuore e crediamo che il problema delle infiltrazioni di personaggi dubbi sia un fatto trasversale che va appunto combattuto dall’intero arco Costituzionale come recentemente accaduto con l’approvazione all’unanimità della delega al Governo per la definizione di un grande Codice delle norme in materia di lotta alla criminalità organizzata; tuttavia – tengono a ribadire i membri della segreteria politica di “Avanti Senigalia” non accettiamo che questo tema così forte venga citato come motivo scatenante di una scissione interna ad un Movimento, poiché tale affermazione costituisce un falso che giova a qualcuno ma nuoce sicuramente al Paese.

Noi del Club della Libertà di Senigallia, nonostante la scissione, crediamo che il PdL sia un movimento destinato a durare e garantire un buon governo del Paese e per questo motivo continueremo a batterci per l’idea di un’Italia moderna in cui le Amministrazioni locali siano direttamente responsabili della gestione economica delle risorse del proprio territorio, in cui l’iniziativa privata garantisca sviluppo alla società e benessere ai lavoratori e in cui la Cultura non sia il monopolio di qualcuno, ma una fonte di sviluppo del territorio e di nuova occupazione per i giovani.


da Club della Libertà \'Avanti Senigallia\'




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2010 alle 16:12 sul giornale del 09 agosto 2010 - 2514 letture

In questo articolo si parla di politica, maurizio perini, pdl, Club della Libertà 'Avanti Senigallia'

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4n


"Il PdL costruisce un Paese migliore".<br />
"Jack lo Squartatore costruisce un consultorio femminile".<br />
<br />
Chi sa cogliere la differenza tra queste due frasi? Io non la vedo.

Non c'è nessuno schieramento politico, nè di destra nè di sinistra che stia contribuendo alla realizzazione di un paese migliore. <br />
L'impegno della politica è solo quello di mantenere i privilegi ed i favoritismi clientelari ben radicati nel paese da svariati decenni, l'unico risultato di questo vostro impegno è quello di avere distrutto il nostro presente e quello di rendere molto incerto il nostro futuro.<br />
Il tutto naturalmente svolto con la disinvoltura e la sfacciataggine di chi continua ad oltranza, a difendere pubblicamente questo schifo ed i protagonisti di questa tragedia collettiva, con la speranza, magari, che qualche "avanzo di pasto" salti fuori dalla ciotola dei grassi cagnacci in doppiopetto.