contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

4 Agosto, Mangialardi: coltivare la memoria è un dovere civico

3' di lettura
548
da Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia

maurizio mangialardi

Sono passati ormai sessantasei anni da quel pomeriggio del 4 agosto 1944, giorno della liberazione di Senigallia dall’occupazione tedesca. Si tratta di una ricorrenza importante per la Città, che alimenta ancora un forte spirito di amicizia tra la nostra comunità locale e la nazione polacca, legame testimoniato anche oggi dalla presenza a Senigallia del primo segretario dell’Ambasciata di Polonia, Console Anne Kurdziel.

Il 4 agosto non è certo una celebrazione formale, quanto piuttosto un’occasione preziosa per riflettere sul nostro passato e un’opportunità per pensare al nostro domani, a come costruire il nostro futuro intorno all’idea di pace. Per molti senigalliesi, specie per quelli più giovani, il 4 agosto può e deve rappresentare l’occasione per approfondire la conoscenza degli eventi che portarono alla liberazione dal nazifascismo, per ripercorrere le vicende di quella lunga stagione di dolore e sofferenza che visse il nostro Paese, per ricordare le lotte coraggiose di coloro i quali vollero riconquistare le libertà perdute. 183 furono i civili senigalliesi morti per cause belliche durante il passaggio del fronte, mentre 185 furono i senigalliesi militari che diedero la vita per la causa. Coltivare la memoria è un dovere civico. Una città che dimentica il proprio passato, che non tiene nel giusto conto quel patrimonio di lotte, di dolore, di speranze, sul quale poggia la convivenza di una comunità non può sperare nel futuro. Per questo vogliamo anche oggi manifestare la nostra commossa gratitudine verso quei partigiani che hanno combattuto, mettendo a repentaglio le loro stesse vite per consegnarci regole democratiche e libere istituzioni.

Quest’anno abbiamo voluto impostare il programma dell’anniversario della liberazione di Senigallia come una vera e propria manifestazione culturale, nella quale accanto ai tradizionali momenti della commemorazione ci sono stati appuntamenti artistici molto intensi. Quelle voci dalla Resistenza proposte al Museo d’Arte Moderna, quelle canzoni e quei frammenti di teatro affidati alla bella interpretazione di Mauro Pierfederici e di Antonella Vento, possono insegnare come l’espressione artistica non sia un virtuosismo fine a se stesso, quanto piuttosto uno strumento straordinario per veicolare emozioni e per trasmettere valori ideali forti, come furono e sono quelli legati alla Resistenza. E allora grazie di cuore a tutti coloro che contribuiscono a tener vivo nella nostra comunità il ricordo di quel 4 agosto 1944, il ricordo della Liberazione della nostra città dal nazifascismo.

È questa una data fondamentale anche per l’azione di governo della nostra Amministrazione Comunale, perché quella Senigallia democratica, antifascista, solidale, con un’autentica cultura di pace, che cerchiamo ogni giorno insieme ai cittadini di consolidare e rafforzare, trae ispirazione e linfa vitale proprio dai valori che furono alla base della Resistenza e della Liberazione e che portarono alla nascita dello Stato repubblicano e democratico. Buon 4 agosto a tutti i senigalliesi.



maurizio mangialardi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-08-2010 alle 15:27 sul giornale del 04 agosto 2010 - 548 letture