Silvana Amati fa il punto, dalla Festa nazionale dell'ANPI al Pd Mobile

Silvana Amati 6' di lettura Senigallia 29/07/2010 -

Si sta per chiudere il lavoro istituzionale di questa parte dell'anno. Lavoreremo in Aula anche la prima settimana di agosto e mi auguro che serva per varare il nuovo codice della strada e non le intercettazioni.



Non dispero ancora di riuscire a far inserire all'ultima Conferenza dei Capogruppo, tra gli atti da inserire in calendario, l'approvazione della ratifica della Convenzione europea sul benessere animale che attendiamo da prima di Natale!

Il 24 giugno si è aperta ad Ancona la Festa nazionale dell'ANPI. Ho partecipato all'inaugurazione e sono convinta che rafforzare l'ANPI con l'iscrizione di molti giovani oggi sia assolutamente importante non solo per non perdere la memoria storica, ma anche per difendere la nostra democrazia.

Voglio poi ricordare la partecipazione alla 28esima Assemblea della Tavola della Pace. E' stata l'occasione per ritrovare tanti vecchi amici che non vedevo da un po' e per raccontare del lavoro e dei Disegni di Legge presentati sui temi che più ci stanno a cuore. Ho potuto così parlare della legge "Balilla" che era in discussione in Commissione Difesa, ma che proprio in quelle ore era stata riproposta con un emendamento nella manovra economica. Su questo argomento ecco il testo del mio Comunicato stampa e il mio articolo su L'Unità del 17 luglio 2010. Niente mezzi per quasi tutto, tanto meno per la cooperazione internazionale, ma 20 milioni di euro per far giocare agli avanguardisti i giovani di La Russa. Flavio Lotti, coordinatore della Tavola della pace, mi ha consegnato un rametto di ulivo in legno come riconoscimento del lavoro di tanti anni e, dopo anche l'inserimento ai primi posti della classifica di Actionaid per il lavoro parlamentare, ne sono veramente stata assai contenta.

L'8 di luglio ho presieduto l'importante iniziativa sul Piano nazionale per l'infanzia e l'adolescenza organizzata dalla Senatrice Anna Serafini, Presidente del Forum PD infanzia e adolescenza e conclusa da Pier Luigi Bersani (audiovideo dell'evento - foto di Ruggero Passeri - diapositive proiettate).

Sempre con la Senatrice Serafini, abbiamo presentato una interrogazione sulle inadempienze del Governo nei confronti delle scuole.

Il mese poi è stato pesantemente segnato dalle riunioni politiche ed istituzionali per illustrare i disastri che la manovra economica lascerà in Italia. Dibattiti pubblici a Falconara e Senigallia, presenza alle manifestazioni di protesta, a partire da quelle indette in piazza dal Pd Regionale e dall'ANCI Marche. Incontri nella sede dell' ANCI con le diverse sigle delle associazioni degli Enti Locali, e a seguire con il Presidente della Giunta Regionale Giammario Spacca, con la CNA, con altre associazioni di categoria e presenza nei giorni liberi dall'Aula, alle iniziative sul tema promosse dal PD provinciale e regionale. In particolare il giro politico organizzato dal PD per la Valle del Misa documentato nel Diario di un viaggio, prima edizione del PD Mobile Tour 2010, è stato per me anche istruttivo perché ho potuto visitare a Serra dei Conti la Stalla di San Fortunato, la più grande delle Marche e la Cantina Mognon che pratica l'agricoltura biologica le cui produzioni di vino vengono controllate e certificate dall'Istituto Mediterraneo di certificazione. La Stalla di San Fortunato è una cooperativa agricola che riunisce 138 fornitori, riguarda 450 ettari coltivati in prodotti destinati all'allevamento e produce 119 quintali di latte al giorno.

E' certo che i produttori di latte sono in grande sofferenza perché il latte, che per altro fa solo tre passaggi dal produttore al supermercato, viene pagato pochissimo all'origine, 0,35 euro al litro, ed è perfino calato il prezzo alla produzione dall'anno scorso quando veniva pagato 0,50. I produttori non ce la fanno più , ma non riescono ad unirsi in massa critica per rivendicare la diversa resa del prodotto con gli altri protagonisti della filiera. La stalla di 1000 mucche è assai moderna e gli animali ben tenuti, ma il mio cuore animalista ha ugualmente vissuto un disagio, pensando che tutta l'organizzazione, perfetta, serviva per aumentare la produzione. Animali/macchine, come è sempre stato nella storia dell'uomo, ma per chi non ha mai vissuto in campagna, sempre una sofferenza.

A Senigallia si è svolta la Festa Democratica e anche lì ho cercato di esserci in tutti gli incontri che erano in programma quando ero a Senigallia. Ho poi ottenuto la presenza di Dario Franceschini per la chiusura della Festa e devo dire che è stata una iniziativa molto partecipata e positiva.

La presenza di Dario Franceschini nelle Marche ci ha anche consentito di poter svolgere un incontro politico-organizzativo di Area Democratica, non per fare un partito nel partito ma per dare una mano sincera alla costruzione del Partito Democratico che in questo momento difficile per il Paese deve raggiungere il massimo della sua forza e della credibilità nel presentarsi come futura forza di governo.

Infine sono intervenuta in Commissione Sanità nel dibattito generale sul Disegno di legge sulla vivisezione (resoconto) e in Commissione Difesa nella audizione con il Capo di Stato Maggiore della Aeronautica Gen. S. A. Giuseppe Bernardis per chiedere se erano essenziali i famosi JSF dai costi esorbitanti e a cosa serviva aver inviato Tornado in una missione di pace come si dichiara quella in Afganistan (resoconto).

Molto interessante poi l'incontro promosso dalla Commissione Diritti Umani con il premio Nobel iraniano, l'avvocatessa Shrin Ebadi, (qui in una foto del luglio 2009). Questa donna fantastica ci ha spiegato che il nostro Paese, se vuole aiutare la democrazia in Iran, deve lavorare perché prevalga il dialogo sulle sanzioni e gli embarghi che ricadono sulla pelle della povera gente, sempre ricordando che i parlamentari, a suo dire, lì non sono come noi ma figli fedeli del regime e quindi non i migliori interlocutori.

Quanto al tema del lavoro, abbiamo presentato una interrogazione sul Cantiere Navale di Ancona, ed incontrato le rappresentanze della Manifattura Tabacchi di Chiaravalle. Sempre a Chiaravalle il 19 luglio u.s. si è svolto un dibattito con Cesare Damiano e ad Ancona il Consiglio Provinciale aperto sul futuro del Cantiere Navale.

Sempre rimanendo in tema di occupazione, mi sembra grave che Berlusconi, parlando della scandalosa previsione di Marchionne di delocalizzare la produzione in Serbia, abbia usato il termine "addetti" quando si riferiva ai lavoratori. Certo se il Presidente del Consiglio non vuole usare nemmeno la parola "lavoratori" non vedo grandi tutele per il lavoro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2010 alle 16:07 sul giornale del 30 luglio 2010 - 706 letture

In questo articolo si parla di silvana amati, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJj





logoEV
logoEV