Ostra Vetere: Lodolini sulle intitolazioni delle vie, 'Altre le priorità del paese'

emanuele lodolini 1' di lettura 27/07/2010 -

Intitolare una via a Craxi, Almirante, Tambroni? Ritengo piuttosto che le priorità della politica ed immagino del Consiglio comunale di Ostra Vetere debbano essere altre, considerati i tempi di crisi economica, sociale e morale che vive il Paese.



Ci sono parole come lavoro, moralità, libertà e democrazia che racchiudono in se il senso della nostra storia passata, presente e futura. La proposta del Sindaco Massimo Bello mi ha riportato con la memoria subito a quel 7 luglio 1960, alla manifestazione sindacale ove cinque operai reggiani furono uccisi dalle forze dell’ordine.

Mi ha riportato ai rischi che la democrazia corse in quegli anni e mi fa riflettere sull’oggi: la crisi, gli attacchi alle istituzioni democratiche, alla magistratura, alll'informazione libera, al lavoro, alla carta costituzionali. Mi ricorda quei giovani che reagirono a Genova, e poi appunto Reggio Emilia ed in altre città a tentazioni autoritarie provocando una reazione politica che portò poi alla caduta del governo di allora Tambroni.

Mi piace ricordare che nel territorio della provincia di Ancona già oggi, a Castelcolonna, c’è una targa dedicata a Tambroni di fronte alla quale l’Amministrazione comunale ritenne opportuno affiancarne un’altra in memoria proprio dei morti di Reggio Emilia.


da Emanuele Lodolini
segretario Pd prov. Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-07-2010 alle 15:57 sul giornale del 28 luglio 2010 - 4897 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, emanuele lodolini, politica, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEE





logoEV