'Filiera cooperativa: i produttori di ortofrutta ci mettono la faccia', il progetto di Coop e Codma

2' di lettura Senigallia 23/07/2010 -

Nasce il progetto 'Filiera corta Cooperativa', risultato di un'intesa fra il sistema Coop (Coop Italia, Centrale Adriatica, Coop Adriatica) e Codma O.P., una consolidata cooperativa di produttori ortofrutticoli con sede a Fano (PU), con il suggello politico-associativo di Legacoop Agroalimentare, finalizzato alla valorizzazione del territorio, qualità e salubrità dei prodotti locali.



"Il progetto - spiega Roberto Cecconi di Centrale Adriatica - unitamente ad altri già avviati e previsti per il futuro, vuole dimostrare che la sinergia fra la produzione agroalimentare e la distribuzione cooperativa produce effetti benefici: valorizzare la tipicità, razionalizzare i costi e salvaguardare la bontà e la qualità dell'ambiente". Valorizzazione quindi del rapporto di fiducia reciproca tra chi si occupa della produzione e commercializzazione e chi consuma il prodotto.

La 'Filiera corta Cooperativa', che avrà due testimonial d'eccezione ovvero le facce dei produttori stessi associati al Codma O.P., prende il via nei supermercati ed ipercoop con la frutta tipica dell'estate: i cocomeri ed i meloni. "In due ipercoop (tra cui Il Maestrale di Senigallia) e in undici supermercati Coop delle Marche da venerdì 23 luglio sarà allestito uno spazio apposito nel quale i cocomeri ed i meloni avranno vicino, in bella vista - garantisce Teodoro Bolognini, responsabile del settore Agroalimentare di Legacoop Marche - un totem con la foto degli agricoltori che hanno coltivato e raccolto il prodotto, il nome delle aziende ed il Comune dove si trova il terreno agricolo al fine di testimoniare e garantire personalmente la qualità e freschezza del prodotto". Un prodotto che -conclude Bolognini- "dal produttore arriva direttamente ai banchi del supermercato Coop con l'unico passaggio in Codma per lo smistamento". Inoltre, una fascetta stampata riporterà sul cocomero e sul melone il logo del progetto 'Filiera Cooperativa', il marchio Coop e quello del Codma O.P. "per costruire -afferma Riccardo Pazzaglia di Codma- convenienze reciproche per i consumatori e gli agricoltori".

I produttori infatti si espongono personalmente, con le proprie facce, per garantire la qualità del prodotto locale a costi adeguati ma, grazie a questo progetto di evoluzione, hanno la certezza di esposizione del prodotto nel supermercato Coop. Coperativa che offre il servizio e mette a disposizione del cliente freschezza, bontà e qualità dei prodotti e, allo stesso tempo, acquisisce valori aggiunti in più.

"Qualità e visibilità del prodotto marchigiano - sottolinea Riccardo Pazzaglia -in un rapporto di fiducia e fedeltà con il consumatore che si impegna ad acquistare i prodotti Coop".








Questo è un articolo pubblicato il 23-07-2010 alle 18:52 sul giornale del 24 luglio 2010 - 2903 letture

In questo articolo si parla di attualità, coop adriatica, codma, Sudani Alice Scarpini, filiera cooperativa, centrale adriatica, ortofrutta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/azc