Alla sfilata di moda un punto informativo per non dimenticare Sofia

bacio blu per sofia 2' di lettura Senigallia 14/07/2010 -

Nell’ambito della sfilata di moda di sabato 17 luglio al Foro Annonario, verranno sistemati dei punti informativi per conoscere l’ipertensione polmonare, la rarissima malattia che nei mesi scorsi ha provocato la morte di Sofia Franceschini, una bambina di Ripe di appena 5 anni.



E proprio per non dimenticare Sofia, i genitori della bambina si sono fatti promotori di una iniziativa che ha già riscosso numerosissime adesioni e che, nel frattempo, sta raggiungendo lo scopo prioritario: comunicare e fare conoscere l’ipertensione polmonare. Tiziana e Simone, la mamma ed il papà di Sofia stanno raccogliendo il maggior numero di firme per battere un record del Guinness dei primati, primato che – una volta noto - aiuterebbe notevolmente a far conoscere all’opinione pubblica la rarissima malattia dell’ipertensione polmonare. Lo scopo è quello di raccogliere 400 mila firme compilando un modulo semplicissimo con i propri dati anagrafici e, contemporaneamente, prestando le proprie labbra per un altrettanto semplice ma significativo gesto: baciare il modulo cartaceo firmato dopo essersi passati sulle labbra un rossetto blu.

Prestare le proprie labbra blu – come hanno sinora fatto migliaia di persone – ha una ragione particolare. Uno dei primi sintomi che si manifestano in questa terribile malattia è proprio la cianosi, ossia le labbra di colore blu. L’ipertensione polmonare aumenta la pressione del sangue nelle arterie polmonari, facendo sforzare il cuore e riducendo la quantità di ossigeno che riesce a raggiungere i tessuti del corpo. Ma, allo stesso tempo, è difficilissimo diagnosticare il rarissimo male a causa del fatto che molti sintomi sono comuni ad altre patologie (come l’asma). I principali sono: stanchezza cronica, affanno, dolore al torace, svenimenti, gonfiore alle caviglie, alle gambe e – appunto – cianosi, le cosiddette labbra blu.

Per questa iniziativa che troverà spazio come detto al Foro Annonario nell’ambito della sfilata di moda di sabato 17 luglio, i genitori di Sofia Franceschini non chiedono denaro, non chiedono nessuna forma di contributo economico, ma lavorano soltanto per aiutare la gente a sapere di più sull’ipertensione polmonare. E lo faranno raccogliendo firme e facendosi prestare le labbra della gente che, se vorrà, si dovrà semplicemente prestare a mettersi un rossetto che gli verrà consegnato sul posto, prima di baciare un modulo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2010 alle 18:53 sul giornale del 15 luglio 2010 - 2107 letture

In questo articolo si parla di attualità, foro annonario, nerosubianco, sfilata, sofia franceschini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/adE





logoEV
logoEV
logoEV