Rubano la borsetta e poi scappano a nuoto, fermati due extracomunitari

1' di lettura Senigallia 06/07/2010 -

Due extracomunitari sono stati fermati dalla Polizia di Senigallia. Avevano rubato una borsetta ad una ragazza e una volta scoperti hanno tentato la fuga via mare.



Il fatto è avvenuto lunedì sera. La polizia è intervenuta sul lungomare per controllare alcuni giovani e durante le operazioni di identificazione una ragazza ha denunciato il furto della borsetta. La giovane, F.V. vent’enne di Bologna, ha spiegato agli agenti di aver smarrito la borsa con tutti i documenti e il cellulare. I sospetti sono caduti subito su due stranieri con cui i ragazzi avevano giocato poco prima.

Dopo pochi minuti di ricerca la Polizia ha fermato e di identificato due senegalesi che avevano con se il cellulare della giovane. Uno dei due, L.C. del 1983 irregolare, si è subito consegnato alle forze dell'ordine mentre l'altro, D.M. del 1987 in regola con le norme di soggiorno, dopo un litigio ed alcuni tafferugli, è scappato. Pur di non farsi prendere, il ragazzo è fuggito a nuoto nel tentativo di raggiungere gli scogli del molo.

Fermato, ha anche picchiato uno degli agenti. Dopo diversi minuti è stato immobilizzato. I due sono stati arrestati e condotti al carcere di Montacuto con l'accusa di rapina aggravata.






Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2010 alle 11:53 sul giornale del 07 luglio 2010 - 1054 letture

In questo articolo si parla di cronaca, riccardo silvi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tb