Chiaravalle: in arrivo un milione di euro dall'UE

4' di lettura Senigallia 06/07/2010 -

Assegnati 1 milione e 200 mila euro dalla Comunità Europea al Comune di Chiaravalle per realizzare cinque progetti per contribuire allo sviluppo di una rete cicloturistica nell’Adriatico, alla riqualificazione del Viale delle Sigaraie, al risanamento e alla conservazione del patrimonio ambientale di due aste del fiume Esino ed il gemellaggio fra la città di Chiaravalle e la città tedesca di Treuenbrietzen.



“La capacità della nostra amministrazione nel saper utilizzare i fondi comunitari ha portato al finanziamento di 5 progetti – ha sottolineato il sindaco Daniela Montali oggi in conferenza stampa – tanto che in tre di questi il Comune di Chiaravalle è capofila, coinvolgendo e collaborando con tutti i Comuni limitrofi, dal momento che riguardano il miglioramento del territorio e della vita dei cittadini”.

Un progetto “trasversale, di taglio culturale è Cyclo, che riguarda l’educazione all’utilizzo della bicicletta – ha precisato Giovanni Brandolini, assessore ai finanziamenti comunitari del Comune di Chiaravalle – non solo come mezzo ma come approccio al rispetto ambientale”. Fatto questo che rende “la città facile – ha sottolineato Antonio Moscatelli, assessore comunale ai lavori pubblici – le ciclovie, che già percorrono per 16 chilometri Chiaravalle sono luoghi sociali, e con questo finanziamento assegnato viene sviluppato e migliora l’impianto esistente”.



Cyclo – Programma Med – Unione Europea
Il progetto ha come finalità quella di contribuire allo sviluppo di una rete cicloturistica nel mare Adriatico e di promuovere l’utilizzo della bicicletta sia a fini turistici che come mezzo di trasporto a basso impatto ambientale. L’utilizzo della bicicletta raccordato con l’utilizzo di mezzi pubblici consente di promuovere la salubrità dell’aria, il risparmio energetico, l’intermodalità, la riduzione dell’inquinamento, del traffico, del consumo di energia e dei rumori. La realizzazione dell’europista inserisce l’area dell’Adriatico occidentale e orientale nel network europeo delle piste ciclabili, consentendo il completamento di quei segmenti di piste ciclabili che collegano la costa con l’entroterra. Il progetto è stato finanziato per 905 mila euro, di cui 165 mila euro destinati al comune di Chiaravalle. Tempi di realizzazione 24 mesi.

Viale delle Sigaraie (Pit Media Bassa Vallesina)
Il Comune di Chiaravalle, capofila del progetto integrato che coinvolge 10 comuni (Chiaravalle, Castelplanio, Montemarciano, Agugliano, Offagna, Camerata Picena, Santa Maria Nuova, Polverigi, Monsano e San Paolo di Jesi), partecipa con interventi di completamento e riqualificazione del Viale delle Sigaraie per un totale lavori di 630mila euro e una richiesta di finanziamento di 378mila (60%). Tempi di realizzazione 36 mesi. Con tale progetto si intende valorizzare da un punto di vista ambientale, rendendolo fruibile e sicuro un viale (urbano/fluviale) della lunghezza di 1 km di importanza storica per Chiaravalle: un’area che va dal centro sino all’altezza della Manifattura Tabacchi meta di che consentono di collegarsi ed imboccare i percorsi passeggiate del lungofiume. Mantenendo e valorizzando il segmento alberato con la sostituzione degli alberi malati ed il consolidamento idraulico delle sponde all’Esino, dove sarà possibile costruire piste ciclabili.

Fiume Esino - due interventi
Progetto integrato presentato dalla Provincia di Ancona assieme al Comune di Chiaravalle ed altri Comuni per la riqualificazione di aree di interesse culturale, per la valorizzazione del patrimonio ambientale, per la bonifica di aree e rischi idrogeologico. Due gli interventi che riguardano Chiaravalle lungo il fiume Esino volti a migliorare la gestione dei rischi idrogeologici, prevenire il rischio tecnologico derivante dalle zone industriali a rischio (API), e di garantire l’accesso al fiume per opere di manutenzione. Con questo intervento verrà risanata l’intera sponda sinistra del fiume Esino (la prima parte va dalla Manifattura al ponte, la seconda dal ponte al confine con il Comune di Jesi). Il primo intervento ha un costo totale di 469mila euro ed una richiesta di finanziamento di 282 (60%), il secondo di 430mila euro ed una richiesta di 344 (80%). Mentre il primo intervento lungo la sponda sinistra dell’Esino favoriranno anche la gestione fluviale in modo ottimale e la possibilità di collegare questo tratto alla rete territoriale dei percorsi ciclabili lungo la direttrice del fiume, il secondo intervento realizza un percorso pedo-ciclabile di sorveglianza e di fuga utilizzabile anche per interventi di soccorso in caso di incidente industriale. I tempi di realizzazione previsti sono di 36 mesi.

Eureka (gemellaggio tra Chiaravalle e Treuenbrietezen) Eureka è il progetto gemellaggio tra Chiaravalle e la cittadina tedesca di Treuenbrietezen che si è concretizzato a fine è svolto giugno scorso. Il progetto, finanziato con 8.444,34 euro, ha portato all’ufficializzazione di un gemellaggio fra i due comuni che hanno radici storiche nel teatro della Seconda Guerra Mondiale, in un momento di tragici eventi per l’Europa, la cui memoria va mantenuta e preservata. Treuenbrietzen è una città della Germania in cui fu commesso un eccidio contro i soldati italiani, eccidio dal quale pochi in pochissimi si salvarono. Tra i superstiti proprio un chiaravallese: Edo Magnalardo. Proprio sulla base di tali tragici eventi, le due municipalità hanno inteso rafforzare i contatti ed attivare una stretta collaborazione tra i cittadini promuovendo scambi, visite e iniziative che tengano viva la memoria e rafforzino la consapevolezza che la storia tragica del ‘900 non debba ripetersi.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2010 alle 17:20 sul giornale del 07 luglio 2010 - 2459 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, Comune di Chiaravalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UO


Complimenti!<br />
Speriamo che tutti i progetti vadano a buon fine!




logoEV