statistiche accessi

Casa Stella: dieci appartamenti della Caritas per l'emergenza casa

Caritas 3' di lettura Senigallia 21/06/2010 -

Negli ultimi due decenni il problema dell’abitazione nella città di Senigallia e nei comuni limitrofi ha assunto un aspetto drammatico, tanto da richiedere risposte urgenti e tempestive.



L’impegno pastorale della Diocesi di Senigallia nei riguardi del tema abitativo da sempre si è esercitato sia sul piano della formazione delle coscienze, che su quello delle azioni concrete: costante è stata la sensibilizzazione della popolazione locale nei riguardi di un tema dal rilievo così peculiare, nonché pieno si è rivelato l’appoggio dato dalla Diocesi alla Fondazione Caritas Senigallia – Onlus, strumento operativo della Caritas Diocesana.

La Fondazione, istituita in data primo luglio 2008, non ha fini di lucro e persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale e promozione della persona umana, si prefigge di operare in sintonia ed in collaborazione con gli orientamenti e le strutture della Diocesi di Senigallia. Attuando opere caritative, assistenziali e di beneficienza in favore di persone svantaggiate per condizioni economiche, sociali e familiari, ha nel tempo dato forma a particolari progetti volti alla strutturazione di percorsi capaci di portare a risoluzione le problematiche legate alla perdita dell’alloggio, da ultimo in ordine di tempo si è vista affidare la gestione di Casa Stella. La struttura, acquistata dalla Diocesi, è collocata sul Lungomare Da Vinci 84/A a Senigallia, si sviluppa su cinque piani ed è costituita da dieci appartamenti, quattro camere ed il locale ristorante. Il servizio che viene realizzato presso Casa Stella ha come requisito fondamentale quello di caratterizzarsi come soluzione a carattere temporaneo (il periodo di permanenza può variare da pochi mesi ad un massimo di due anni): gli ambienti dell’immobile si configurano come “luoghi cuscinetto”, spazi intermedi di accoglienza in attesa di soluzioni abitative stabili e definitive.

Gli utenti accolti, il cui target prevalenza è costituito da nuclei familiari con minori, possono avere accesso alla struttura in seguito a richiesta di accoglienza effettuata alla Fondazione Caritas Senigallia - Onlus da parte dei Servizi Sociali territorialmente competenti, che si assumono l’impegno di elaborare per gli utenti in questione un progetto educativo individualizzato in collaborazione con il Coordinatore di Casa Stella. Le persone accolte presso Casa Stella non partecipano in alcun modo alle spese di gestione, sostenute interamente dalla Fondazione Caritas. I servizi offerti alle famiglie che alloggiano presso la struttura sono modulati in base alle reali necessità e condizioni delle singole famiglie. Obiettivo generale del progetto legato a Casa Stella è quello di fornire agli utenti strumenti necessari per trasformare le situazioni negative di partenza che li vedono coinvolti in reali processi di riscatto ed integrazione, andando oltre le semplici risposte ai bisogni primari e assicurando spazi ed occasioni di condivisione in cui sviluppare relazioni di aiuto. La struttura si propone infatti di essere luogo dove tanti volontari possano sperimentare lo stile dell’accoglienza e della prossimità, contribuendo a creare una cultura della solidarietà e della multiculturalità.

La struttura verrà inaugurata sabato 26 giugno, alle ore 15, alla presenza di Mons. Vittorio Nozza, Direttore di Caritas Italiana, Mons. Giuseppe Orlandoni, Vescovo di Senigallia, Mons. Mariano Crociata, Segretario Generale della CEI, Gian Mario Spacca, Presidente della Regione Marche e Maurizio Mangialardi, Sindaco di Senigallia.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2010 alle 16:42 sul giornale del 22 giugno 2010 - 2547 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, volontariato, caritas, senigallia, diocesi di Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/nJ