La razza umana si estinguerà fra cento anni

l'uomo vitruviano di Leonardo Da Vinci 2' di lettura Senigallia 20/06/2010 -

La razza umana si estinguerà fra cento anni. È quanto sostiene Frank Fenner, lo scienziato australiano che contribuì a sconfiggere il vaiolo.



Professore di microbiologia presso l'Australian National University, Frank Fenner sostiene che esplosione demografica e consumi incontrollati condurranno nei prossimi cento anni all'estinzione della razza umana e di molte specie animali. Un processo ormai irreversibile, secondo il professore, e che avrebbe avuto inizio a partire dai primi cambiamenti climatici.

Da quando è iniziata l'era dell'Antropocene, cioè l’era geologica attuale, in cui sono le attività dell’uomo ad essere le principali responsabili dei cambiamenti climatici, l’effetto sul pianeta, speiga il prof. Fenner, è stato pari a quello di una glaciazione o dell’impatto di una cometa. Queste sono le ragioni che inducono il professore a ritenere che gli abitanti del pianeta Terra faranno la stessa fine di quelli dell’isola di Pasqua: scomparsi per sempre, estinti. Le modifiche al clima serabbero ancora in una fase iniziale, tuttavia i mutamenti delle condizioni atmosferiche sarebbero già piuttosto significativi.

Questa previsione, così terrificante, non sarebbe però condivisa da tutti i colleghi di Fenner: secondo il prof. Stephen Boyden c'è ancora la possibilità che il genere umano si adoperi per realizzare tutti quei cambiamenti indispensabili perché si arrivi a un vero sviluppo sostenibile.


Tuttavia, c'è chi ritiene questa catastrofica previsione attendibile, stando ai continui richiami sull'allarmante crescita della popolazione mondiale e tutti i pericoli che ne conseguono. Un altro scienziato, il prof Nicholas Boyle dell'Università di Cambridge, ha addirittura ipotizzato la "fine del mondo" nel 2014, spiegando, nel suo libro "2014: Come sopravvivere alla prossima crisi globale", come il mondo stia entrando in una gravissima crisi globale, senza precedenti nella storia, che avrà conseguenze di gran lunga peggiori dell'attuale crisi economica internazionale.






Questo è un articolo pubblicato il 20-06-2010 alle 19:04 sul giornale del 21 giugno 2010 - 5626 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, scienza, valeria bellagamba, ecologia, crisi economica, cambiamenti climatici, crisi, antropologia, uomo-vitruviano leonardo-da-vinci, razza umana, frank fenner, estinzione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mE


Io non ci credo!<br />
Se va male ci saranno tanti brutti eventi che porteranno ad una drastica riduzione della popolazione, ma non credo proprio che la razza umana possa estinguersi.

Nemmeno io ci credo. Mi pare un po' azzardata come ipotesi...<br />
Certo che se continuiamo a massacrare il mondo come stiamo facendo.. non ne usciremo molto bene..., ma addirittura estinguersi tra un secolo...!<br />
<br />
Sicuramente dobbiamo calare come popolazione mondiale... in Italia, Germania e Giappone ci stiamo già impegnando sul fronte del calo demografico.... anche se ci dicono che dobbiamo fare più figli...<br />
<br />
Il problema sono i Paesi poveri... Come si fa a convincerli a fare meno figli...? Che poi non possono nemmeno sfamare...?<br />
<br />
E soprattutto, chi glielo dice alla Chiesa cattolica...???

Non credo nemmeno che la sovrappopolazione sia il problema principale.<br />
Un cittadino statunitense (o europeo) consuma molte più risorse di 10, o di 100, cittadini di un qualunque paese povero.<br />
Basterebbe utilizzare le risorse in maniera più razionale.

marco

Consiglio la visione del film<br />
UNA SCOMODA VERITA'<br />
per riflettere serenamente su questi temi.<br />
Marco

Quando le risorse non basteranno più ci penseranno guerre e carestie a ridurre la popolazione, com'è sempre stato...<br />
<br />
Bene o male l'equilibrio in natura si è sempre raggiunto così.<br />
<br />
Ma speriamo che l'uomo usi la razionalità...<br />
<br />
Da notare che da qui al 2014 ci saranno addirittura 2 "fine del mondo": ormai vanno di moda...