Corinaldo: asilo di Madonna del Piano, l'Amministrazione prende tempo

scuola madonna del piano 1' di lettura 15/06/2010 -

Asilo sì, asilo no. L'amministrazione comunale di Corinaldo, in merito alla questione dell'asilo a Madonna del Piano prende tempo e rimanda la decisione.



La petizione firmata dai genitori della frazione è arrivata sulla scrivania sia del sindaco Livio Scattolini, sia su quella dell'assessore ai Servizi Sociali, Simona Mancini. Ma ancora nulla si è mosso.

"Sulla questione dell'asilo non ci sono novità -ha spiegato l'assessore Mancini-. Dobbiamo discuterne e cercare di approfondire la problematica. Per adesso non posso fare ulteriori dichiarazioni. Quando sarà l'incontro? Al più presto."

Sulla stessa linea l'assessore ai Lavori Pubblici, Cesare Morganti. "Non faccio nuove dichiarazioni -ha spiegato-. Quanto dovevo dire l'ho espresso nell'apposita commissione. La mia volontà comunque è quella di mantenere vive le realtà scolastiche di campagna seguendo la politica adottata in questi anni. I bambini non sono numeri. Non appoggio la politica del accentramento scolastico."

La volontà dell'Amministrazione in merito alla situazione dei plessi scolastici è già emersa durante la commissione consiliare del 19 maggio scorso. Al momento i bambini corinaldesi sono divisi in due strutture: l'asilo "Andrea e Veronica" in centro" e il "Tiro a Segno", in zona Nevola. Una situazione provvisoria che potrebbe diventare definitiva. Lo stesso primo cittadino corinaldese ha infatti sottolineato in commissione come entrambe le strutture siano sufficienti per coprire il fabbisogno attuale.

La questione rimane comunque aperta e presto arriverà in Giunta e poi in Consiglio Comunale. Una soluzione infine potrebbe essere quella di una struttura polivalente che, posta a Madonna Del Piano, potrebbe rispondere a diverse esigenze delle frazione.






Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2010 alle 23:02 sul giornale del 16 giugno 2010 - 2293 letture

In questo articolo si parla di attualità, livio scattolini, riccardo silvi, cesare morganti, corinaldo, simona mancini, scuola madonna del piano


Certo che fare l'assessore per dire "non rilascio dichiarazioni in merito, non ho nulla da dichiarare"...<br />
Io vivo alla Madonna del Piano, e come me molti altri ragazzi che hanno deciso di rendere viva la frazione dando vita a nuove famiglie che hanno bisogno di servizi. Questi assessori devono parlare con noi e non solo nelle commissioni, dovete dirci cosa volete fare con quell'asilo che da generazioni mantiene viva la speranza del futuro, la scuola dei bambini. Se volete avere il coraggio di farvi ancora vedere per strada e se volete che la gente vi riconosca per le belle cose fatte, abbiate allora il coraggio di una scelta, senza nascondervi dietro alla burocrazia di una "non dichiarazione". Se volete rappresentare il futuro politico di questo paese, smettete di distruggere quella realtà che c'è sempre stata, senza renderne conto a chi in quella realtà ci ha sempre vissuto.<br />
Se l'asilo chiude, chiude per sempre la vostra eterna campagna elettorale.<br />
<br />
Buon lavoro.




logoEV
logoEV