statistiche accessi

Fibre d'amianto nell'acqua, Mancini: il sindaco sottovaluta la prevenzione e le cautele necessarie

1' di lettura Senigallia 11/06/2010 -

"Il Sindaco ha risposto alla mia interrogazione sulla ricerca di fibre d’amianto nell’acqua potabile dimostrando ancora una volta un atteggiamento che sottovaluta la prevenzione e le cautele necessarie in questo campo".



Nella sua nota, il Sindaco si riferisce a pareri di organi senza dubbio autorevoli (come l’Istituto Superiore di Sanità) per sostenere il carattere superfluo di tali ricerche, mentre in altre parti d’Italia, come ho testimoniato con la mia interrogazione, ai quei pareri vengono affiancate analisi vere e proprie effettuate localmente. Poi, non perché creda tali atti necessari, ma solo “al fine di evitare inutili polemiche” ha girato agli Uffici della ASL la mia richiesta di analisi.

Verranno effettuate a questo punto? Mi pare che il rapporto tra Senigallia e l’amianto, drammatico in verità non sia tenuto nella giusta considerazione. Il Consiglio Comunale ha votato due anni fa all’unanimità l’effettuazione di un censimento della presenza di manufatti in amianto nelle proprietà private, ma nulla è stato fatto. Nel frattempo, quelle lastre in frantumi, presenti da ormai quindici giorni circa in via Cupetta, nei pressi del cantiere della complanare/terza corsia, sono ancora lì, a meno che non vengano prelevate proprio ora, mentre sto scrivendo (11 giugno ore 10). Resta il problema delle ragioni di un comportamento tanto irresponsabile.


da Roberto Mancini
Consigliere comunale di “Partecipazione”


Scarica il pdf risposta sindaco





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2010 alle 18:42 sul giornale del 12 giugno 2010 - 1011 letture

In questo articolo si parla di roberto mancini, amianto, politica, acqua, Capogruppo consiliare di “Partecipazione”





logoEV
logoEV
logoEV