statistiche accessi

Basket: Goldengas, il sogno finisce

Pallacanestro Senigallia 3' di lettura Senigallia 10/06/2010 -

Niente A Dilettanti per i biancorossi, battuti anche in casa dal Piacenza 84-69.
 



Svanisce il sogno promozione.

Piacenza vince anche gara 2 espugnando il campo della Goldengas, che non perdeva in casa da tempo immemorabile, e conquista la serie A Dilettanti.

Giusto così perché la squadra di Piazza si è dimostrata in questa serie finale superiore, riuscendo a giocare praticamente sempre sui binari a lei più congeniali, stavolta più che all'andata; alla Goldengas resta il rammarico per essersi fermata a un passo dal traguardo, ma anche la speranza, chi lo sa, di un ripescaggio che sarebbe assai meritato dopo quanto mostrato in stagione.

L'inizio è da brividi col palasport senigalliese, praticamente esaurito (c'è qualche posto vuoto, ma anche tanta gente in piedi e sulle scalinate), e completamente colorato di biancorosso, colori sociali anche degli ospiti, circa un centinaio.

La Goldengas parte forte e dopo 1' è già 7-0, con la Copra che non sembra subito in partita.
Ma ci entra presto, grazie anche a Gamba, che torna in campo, al posto dell'infortunato Boni, dopo mesi e mesi di infortunio.
Cinque punti di fila del lungo piacentino firmano il primo vantaggio Copra (16-18 al 8'). Il primo quarto si chiude sul 19-18 Senigallia.


Una tripla di Esposito regala il nuovo + 5 alla Goldengas (24-19 al 12'), ma il secondo periodo è tutto emiliano: la zona di coach Piazza non permette ai locali, pur volenterosi in difesa, di fare il proprio gioco in attacco, dove esattamente come all'andata le percentuali si abbassano vertiginosamente, esattamente come i ritmi, decisamente più congeniali ai piacentini.
Angiolini firma il nuovo sorpasso ospite (24-25 al 15') e gli ultimi 5' prima del riposo lungo sono un calvario per la squadra di Regini che non riesce a trovare il bandolo della matassa.
All'intervallo è 28-34.

Va ancora peggio nella ripresa quando ci si mettono anche gli arbitri (non certo decisivi, ma altrettanto, eufemismo, poco casalinghi, con 34 tiri liberi a 16 concessi agli ospiti), che fischiano prima un tecnico e poi un fallo in attacco ad Esposito (anche quarto personale) che scatenano la rabbia del palaPanzini ma soprattutto permettono il + 13 a Piacenza (30-43 al 23').

Sembra finita, ma la Goldengas ha uno scatto d'orgoglio e con Amici torna a – 5 (41-46 al 26').
Ma Piacenza è esperta e cinica perché nel momento in cui fa fatica a trovare il canestro è brava come nessun altro a subire falli, trasformati puntualmente in canestri dalla lunetta (Angiolini, 45-52 al 28').
Alla penultima sirena è 52-63.

Nell'ultimo quarto la Goldengas non si sblocca e la girandola dei cambi di Regini stavolta non produce effetti positivi: è + 15 Piacenza, massimo vantaggio al 34' (57-72).

Finisce 69-84.
Gli ospiti festeggiano, alla Goldengas restano gli applausi, convinti e prolungati, dei tifosi: servono a poco, ma dicono molto su questa stagione.

Tabellino

GOLDENGAS SENIGALLIA 69:
Gnaccarini 25, Maddaloni 2, Penserini 4, Esposito 14, Pierantoni 12; Calcatelli, Monticelli 4, Amici 8, Filippetti, Kosanovic.

All. Regini

COPRA MORPHO PIACENZA 84:
Sacco 7, Angiolini 28, Sambugaro, Trapella 10, Coccoli 11; Degli Agosti 3, Pietkovski ne, Mambretti 10, Antozzi ne, Gamba 15.

All. Piazza

Arbitri: Lucifora di Conselve (Pd) e Portaluri di Taranto.

Parziali: 19-18 28-34 52-63 69-84.

Note: spettatori 1.100 circa (100 ospiti).






Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2010 alle 23:13 sul giornale del 11 giugno 2010 - 2625 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pallacanestro senigallia, andrea pongetti, senigallia, pallacanestro





logoEV
logoEV
logoEV