statistiche accessi

Rebecchini: 'Opposizione sui contenuti, ma il Sindaco non risponde'

luigi rebecchini 5' di lettura Senigallia 31/05/2010 -

Durante la discussione consiliare sulle Linee Programmatiche, il sindaco Mangialardi si innervosisce mal sopportando l’ opposizione del sottoscritto e del gruppo Partecipazione a cui appartengo. Ancora una volta glissa su ogni nostra proposta e rilievo, ripetendoci più volte di avere vinto le elezioni!



Rivendico, come consigliere e come segretario di Rifondazione Comunista di Senigallia, la libertà di opposizione a questa giunta. La nostra sarà una opposizione senza sconti, una opposizione intransigente e sempre sui contenuti e, a mio avviso, tanto saremo costruttivi quanto più saremo in grado di svolgere una seria opposizione. E’ questo il gioco della democrazia: da una parte c’è che governa e da un’altra parte c’è l’opposizione, gli inciuci non farebbero il bene della città.


Sintetizzo solo alcuni rilievi e alcune proposte portate nel mio intervento nell'ultimo consiglio comunale .

Problema casa: è necessario informare i cittadini in modo corretto, riferendo i numeri in modo esatto, non come avvenuto in campagna elettorale. Quando si parla di case popolari, non si può far credere ai cittadini che la soluzione del problema sia imminente fornendo un numero di case popolari da capogiro come se tutte fossero messe a bando. Specificare che “i contratti concordati” non sono a lungo termine, in quanto le imprese tornano nel pieno diritto di proprietà entro dieci o quindici anni come nel caso di convenzioni già stipulate. Non possono entrare nel conteggio le case popolari già occupate da anni e che stanno per essere ristrutturate, né tanto meno quelle case popolari già acquisite dai privati (molte a villa Torlonia).
Attività culturali: Ho letto con sorpresa e piacere la possibilità di destinare palazzo Gherarardi a museo (pg 12 delle linee programmatiche). Ho ricordato che questa soluzione era stata la proposta più volte avanzata dal consiglere Mancini nella passata legislatura. Ora finalmente la maggioranza, forse, ha cambiato idea e credo che questo cambiamento più che per l'accettazione delle proposte di Rifondazione, sia frutto delle vicende giudiziarie del probabile acquirente. Lavoreremo perchè la possibilità citata possa divenire affermazione certa.

Dopo la mostra “I della Rovere” del 2004, nulla è stato fatto di importante dall'assessorato alla cultura. Altri piccoli comuni marchigiani hanno saputo fare meglio di Senigallia. E' necessario ed è possibile proporre e organizzare a Senigallia mostre di tesori di arte di cui è ricca Senigallia, la nostra provincia e la nostra regione.
Rotonda: La nostra proposta è quella di far tornare la Rotonda alla funzione originaria almeno per un giorno alla settimana. Ballare alla rotonda un valzer non rovinerebbe l'immagine della stessa , il biglietto d'ingresso coprirebbe le spese. La Rotonda tornerebbe ad essere davvero “di tutti”.
Eventi: bene naturalmente Caterraduno e Summer, su Pane Nostrum bisogna pensare a dei cambiamenti. Ho proposto di rilanciare la notte dell'arte bianca (“notte dell'arte bianca” sarebbe l'unica in Italia) già provata dal sottoscritto in precedenza, ma allora annulata per inclemenza del tempo.
Agricoltura: Favorire l'agricoltura tipica e biologica. Il foro annonario dovrà essere il luogo naturale di mercato di questi prodotti. Già un lavoro in tal senso era stato iniziato dal sottoscritto e aveva trovato l'interesse della Coldiretti e della Cia e di molti operatori del settore.
Urbanistica: Leggo con favore a pg 23 che l'amministrazione comunale promuoverà una variante che consenta, ai cittadini che lo richiedano, di rinunciare alle previsioni edificatorie ai fini dell'esenzione dell' ICI. Il sottoscritto ha chiesto che tale rinuncia possa essere definitiva ed estesa anche a quei cittadini che si sono ritrovati, loro malgrado, inseriti in comparti edificatori.
Spostamento stadio: Per la prima volta nero su bianco, si vociferava da parecchio. Ho chiesto quali le intenzione di utilizzo di quell'area. Un utilizzo speculativo, in un luogo già altamente congestionato, sarebbe deleterio per la città. (Mi si è risposto di avere dei retropensieri! )

A pg 20 dopo tante belle parole contenute nelle linee di programma, in due righe si fa piazza pulita di tutto: “ si darà altresì attuazione a tutte le previsioni contenute negli strumenti urbanistici già passati al vaglio del Consiglio Comunale”.
Lungomare: Ho chiesto se è ancora intenzione dell'amministrazione interrompere il
lungomare all'altezza delle colonie ex Enel.
E' ancora intenzione gettare tanto cemento per il centro direzionale all'uscita del nuovo casello autostradale in area gia congestionatissima e prospiciente a campus scolastico?
Si vuole ancora intervenire a ridosso delle cave di San Gaudenzio? Oggi chiamano questi interventi “processi di riqualificazione”, il sottoscritto continua a chiamarli processi di cementificazione.
Viabilità: su viale IV Novembre è da ristabilire la verità dei fatti. Ho ricevuto anch'io la lettera del Sindaco che, informando i residenti sul rifacimento del manto stradale, rinviava l' intervento di totale sistemazione della strada ad un momento successivo ai lavori della complanare. La semplice verità è che i duemilioni di euro per la ex Gil hanno comportato dei tagli di spesa. Perchè non dirlo?
Acqua : ho chiesto al sindaco, ancora una volta, di uscire dall'ambiguità. O si è per le Spa o si è contro. Chi è per la Spa (che per legge deve chiudere i bilanci in attivo + 7%) considera l'acqua una merce e non un diritto. Con le Spa , anche se totalmente pubbliche, l'aumento delle bollette sarà inevitabile. La bocciatura della nostra proposta di delibera, nel precedente consiglio comunale, che pure aveva raccolto alcuni voti tra la maggioranza, la considero assai grave.
Politica del Personale : Ho ricordato quando il sindaco Angeloni si vantava di fare più cose con meno personale (leggi “tagli”), mancando nel suo ragionamento la quota di esternalizzazioni effettuate.
Oggi il blocco delle assunzioni in finanziaria darà il colpo di grazia.


Curioso e preoccupante il non ricevere risposte chiare a quesiti chiari.
In ogni caso la mia condotta in seno al consiglio comunale sarà sempre dettata dalla libertà di pensiero e di parola.


da Luigi Rebecchini
segretatio Rifondazione Comunista




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2010 alle 12:12 sul giornale del 01 giugno 2010 - 682 letture

In questo articolo si parla di attualità, luigi rebecchini





logoEV
logoEV
logoEV