statistiche accessi

Ostra Vetere: che fine ha fatto la Variante Generale al Piano Regolatore?

1' di lettura 31/05/2010 -

È passato ormai un anno da quando, in occasione della campagna elettorale che ha preceduto le elezioni amministrative dello scorso giugno, i cittadini di Ostra Vetere si sono visti recapitare nelle loro case per conto della lista civica che sostiene l’attuale Amministrazione, un pieghevole nel quale, sotto il motto “Cinque anni di fatti. Ti puoi fidare”, veniva riportato un elenco degli interventi realizzati dall’Amministrazione uscente ed ogni voce era affiancata dalla dicitura “Fatto”.



L’elenco iniziava con la Variante Generale al Piano Regolatore. In realtà, va detto che l’iter di approvazione dello strumento urbanistico, che parte con l’adozione dello stesso da parte del Consiglio Comunale, oltre a non essere mai iniziato nello scorso mandato elettivo, non è iniziato neanche in questo primo anno di amministrazione.

Non si poteva considerare “fatto” un anno fa, e ancor meno lo si può considerare oggi, poiché la legge che regola il percorso che dall’adozione porta all’approvazione del Piano Regolatore si compone di numerosi passaggi, ognuno con improrogabili tempi tecnici, che vanno inevitabilmente ad occupare un periodo di tempo che, nella migliore delle ipotesi, dura diversi mesi. I primi comunicati stampa sulla redazione del nuovo piano regolatore, emanati dal Sindaco e dagli Amministratori, risalgono all’anno 2007; già da allora, si dicevano pronti ad iniziare il suo iter di approvazione, ma in realtà così non è mai stato.

Oltre al disappunto per quanto millantato ai cittadini di Ostra Vetere in questo periodo sulla questione, c’è il dispiacere per le mancate risposte alle esigenze emerse da parte di imprese e di privati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2010 alle 12:24 sul giornale del 01 giugno 2010 - 564 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, Lista Impegno e trasparenza





logoEV
logoEV
logoEV