statistiche accessi

Corinaldo: successo del convegno 'Corinaldo, la lezione dei muri'

corinaldo 2' di lettura 29/05/2010 -

La giornata di sabato ha presentato due novità decisamente importanti per la città di Corinaldo: oltre all’inaugurazione della nuovissima Fontana “Bevil’acqua”, la mattinata di sabato ha portato in dote pure un importante convegno, dal titolo “Corinaldo, la lezione dei muri: dalla Rocca antica al Monastero delle Monache”, andato in scena nella Sala Grande del Palazzo Municipale.



A sostenere il ruolo di moderatore ci ha pensato il prof. Gilberto Piccinini, presidente della Deputazione di Storia Patria per le Marche; gli interventi sulle caratteristiche dei muri, invece, sono stati eseguiti da veri esperti del settore: il prof. Giuseppe Lepore, dell’Università degli studi di Bologna, il prof. Marco Martini, dell’Università degli studi di Milano il prof. Dario Cingolani, storico. Ognuno ha illustrato ai presenti le caratteristiche di edifici e costruzioni che, per esperienze lavorative personali, ben conoscono: così, il prof. Lepore ha spiegato le origini, la composizione, il corpo di fabbrica dei muri di S. Maria in Portuno, situata nel quartiere di Madonna del Piano. Lepore ha successivamente preso ad esempio i muri di una sala all’interno del ristorante “I Tigli”, localizzato proprio nel centro storico della città. In questa particolare occasione, Lepore ha evidenziato l’analisi dei singoli e spessi mattoni che determinano la composizione dei muri del locale, risalenti al lontano 1366. Successivamente è stato il turno del prof. Cingolani, che ha esordito analizzando i muri che compongono edifici e monumenti storici di Corinaldo, come la rocca dell’accattabriga e il monastero delle Monache benedettine.

“La ricerca, tuttora in corso – ha spiegato Cingolani – è stata condotta sui fondi archivistici di Corinaldo, Senigallia e Ancona: ha fornito risultati abbastanza importanti, così che si è deciso di illustrarne già una buona parte indicendo appositamente questa conferenza”. Il monastero delle benedettine, ha proseguito Cingolani, non riguarda esclusivamente un capitolo di storia ecclesiastica, ma pure altri aspetti, quali ad esempio le peculiarità dei muri, grazie alla cui composizione e stratificazione si può ricostruire tutta la storia di un edificio antico. Cingolani ha quindi illustrato ai presenti le prerogative dei muri della “rocca” di Corinaldo, analizzandone le numerose stratificazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2010 alle 16:36 sul giornale del 01 giugno 2010 - 1930 letture

In questo articolo si parla di cultura, storia, comune di corinaldo, mura, corinaldo, convegno