contatore accessi

x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Complanare, comitato: i danni accertati siano tempestivamente risarciti

2' di lettura
644
da Anna Manoni e Francesca Angeletti

complanare
"Nella recente assemblea del comitato di venerdì 7 maggio si è vista riconfermare la compattezza e l’unità nell’accordo a rilanciare tutti insieme nuove strategie d’azione e a tenere alto il tasso di criticità e di vigilanza relativamente all’iter progettuale della complanare nonché sugli impatti effettivi e concreti generati dai lavori di costruzione dell’opera stessa".

A tutt’oggi continuiamo a chiederci e a chiedere alle persone competenti per ruolo e responsabilità, come si possa attuare nella fretta e nella tempistica adottate, un intervento così devastante per il territorio quando, riguardo il monitoraggio ambientale, mancano approvazioni importanti rispetto ai rumori e all’inquinamento e non sono state ottemperate tutte le prescrizioni richieste dagli organi competenti, tenuto conto che due dei futuri svincoli si innesteranno in un’area esondabile e in una zona sensibile per la presenza di due scuole e un ospedale. A questo scopo stiamo intensificando i contatti con gli uffici del Ministero, della Regione e della Provincia chiedendo continui aggiornamenti e garanzie sulle corrette procedure relative alla Valutazione d’Impatto Ambientale ministeriale e regionale. Riguardo le modifiche apportate al progetto esecutivo, di cui si parla in questi giorni, noi ne eravamo già a conoscenza da tempo proprio perché nelle sedi appropriate avevamo precedentemente rilevato nel disegno tecnico della complanare alcune “assurdità” frutto di un’ incauta progettazione voluta ad ogni costo dall’amministrazione comunale.

In questi giorni per la presentazione di tali modifiche, residenti e proprietari vengono chiamati per piccoli gruppi, per vie o addirittura per condomini al posto di una capillare e diffusa informazione a tutta la cittadinanza. Giova anche ricordare che sono depositati al TAR due nostri ricorsi di cui uno sarà presto dibattuto, nonostante il respingimento della richiesta di sospensiva. Ciò però non lascia impregiudicati i nostri diritti di risarcimento patrimoniali e non, in primis il riconoscimento del diritto alla salute. In relazione a ciò il comitato spingerà il più possibile affinché i danni accertati siano tempestivamente risarciti e sarà pronto a denunciare qualsiasi disparità di trattamento tra cittadini espropriati relativamente alle offerte riguardanti gli indennizzi. L’evoluzione della vicenda complanare ha portato e porta il comitato a farsi carico di tutte queste problematiche assumendo anche un ruolo di servizio e di controinformazione per tutti quei cittadini che cominciano ad interrogarsi sui millantati benefici della complanare e sull’idea di città che quest’opera porta con sé.



complanare

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2010 alle 15:46 sul giornale del 11 maggio 2010 - 644 letture