Rimini: troppo degrado alla stazione ferroviaria

2' di lettura Senigallia 30/04/2010 - Il consigliere comunale Enrico Rimini ha presentato un'interrogazione sul degrado della stazione ferroviaria.

Egregio Signor Sindaco, con la presente interrogazione scritta intendo richiamare all’attenzione della S.V. lo stato di degrado nella quale si trova la stazione ferroviaria di Senigallia. Con l’arrivo della stagione estiva, come Lei ben sa, essa ricopre un ruolo simbolico, di rappresentatività e di benvenuto per i turisti, ma anche e soprattutto per gli stessi pendolari senigalliesi. Essa oggi si presenta sporca, abbandonata, non curata, con una sala d’aspetto non consona alla salute delle persone per motivi di igiene, vi è inoltre un’illuminazione del tutto insufficiente all’uscita del sottopassaggio in direzione dei Giardini Morandi (Via Filippo Corridoni).

A questo dobbiamo aggiungere che tra un mese circa verrà azzerato completamente il personale giornaliero e notturno della stazione (capostazione ecc.), desertificando la stessa, la quale sarà controllata da un sistema computerizzato da, non si sa bene dove, sembrerebbe da Bari. Questo aggravante la farà divenire luogo di ritrovo e di malavita notturna come mai prima d’ora, degradando l’intera comunità senigalliese. Per i motivi sopra citati, (pur sapendo che la gestione della Stazione Ferroviaria è competenza di Ferrovie dello Stato), chiedo alla SV quali iniziative intende prendere questa Amministrazione Comunale (la quale ha rappresentatività civile e morale) al fine di garantire un’immagine consona alla città oltre ad una funzionalità migliore in riferimento alla Stazione ferroviaria cittadina.

Personalmente ritengo che la soluzione migliore sia quella di sollecitare RFI per i motivi sopra citati, facendosi dare una garanzia di cura estetica e di igiene della sala d’aspetto interna, inoltre come amministrazione Comunale provvederei alla sostituzione dei lampioni all’uscita del sottopassaggio verso via Filippo Corridoni, con dei nuovi a luce chiara e forte, come già istallati in altri posti della città. Oltre ad una GARANZIA da parte di RFI di una vigilanza notturna permanente di minimo due persone. Rimanendo in attesa di una cortese risposta scritta, porgo i più distinti saluti,






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2010 alle 13:21 sul giornale del 03 maggio 2010 - 2876 letture

In questo articolo si parla di enrico rimini, politica, senigallia, popolo della libertà


Il parcheggio davanti, poi, è ridicolo.<br />
Se parcheggi in mezzo ad altre due macchine non riesci ad aprire lo sportello per scendere dalla macchina. Li hanno fatti a misura Lilliput. <br />

A proposito di Via Corridoni vorrei far presente lo stato di degrado dell'asfalto lato giardini, bastano due gocce d'acqua e si creano pozzanghere profonde che rendono difficoltosa l'uscita dall'auto per chi parcheggia su quel lato della strada, e che spesso per non sprofondare fino a metà scarpa è costretto a uscire dal lato passeggero.<br />
Basterebbe rifare l'asfalto magari rialzandolo un pò.

Giacomo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Con l'automazione delle stazioni e la conseguente riduzione di personale, l'ambito ferroviario si è andato impoverendo, rimanendo scoperto in sorveglianza e pulizia. Una cosa è certa però, le stazioni e le sale d'aspetto non si sporcano da sole, l'immondizia e le tonnellate di cicche e mozziconi di sigarette sparse ovunque, vengono seminate dalla maleducazione di viaggiatori e non.<br />
Io lo penso da sempre e lo propongo ancora, dotare tutte le stazioni di "tornelli", tipo quelli da stadio, in modo che alla stazione accede solo chi è provvisto di biglietto. Si risolverebbero molti problemi in un colpo solo, compreso quello del viaggiare senza biglietto, moda molto diffusa in Italia.

L'idea di entrare in stazione solo con il biglietto è ridicola:se uno deve andare ad accompagnare una persona a prendere il treno come fa, se nn ha il biglietto? O similmente, se una persona deve attendere l'arrivo di qualcuno in treno, come può farlo se non può entrare in stazione in quanto sprovvisto di biglietto?

Sei mai stato in metropolitana a Milano? Per andare ai treni devi fare il biglietto, semplice e funzionale. La persona ate cara l'accompagni fino all'entrata della stazione, la persona a te cara l'aspetti all'arrivo all'ingresso della stazione. Ti sembra così ridicolo?




logoEV
logoEV