x

SEI IN > VIVERE SENIGALLIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Senigallia aderisce alla campagna Earth Hour del WWF

1' di lettura
523

dal Comune di Senigallia
www.comune.senigallia.an.it


wwf

Il Comune di Senigallia, da sempre attento alle tematiche ambientali, torna quest’anno ad aderire con entusiasmo al progetto “Un anno per il clima - Earth Hour”, lanciato a livello nazionale dal WWF lo scorso anno.

Si è trattato allora di una delle più grandi mobilitazioni che la storia del movimento ambientalista ricordi, un evento simbolo che dopo un anno di battaglie e negoziati ha registrato l’adesione di quasi 4.000 città di 88 diverse nazioni, diventando il momento più significativo dell’Anno del Clima.


In questo 2010 peraltro l’emergenza climatica è ancora più che mai attuale e appare dunque molto importante stimolare i vari governi per raggiungere al più presto un accordo, oltre che operare una costante sensibilizzazione dell’opinione pubblica verso la necessità di uno sviluppo sostenibile. Earth 2010 intende allora ribadire con forza due messaggi: dimostrare ai governi che il mondo attende ancora una risposta chiara e ricordare a tutti che la battaglia è ancora aperta e occorre l’impegno di ciascuno. L’adesione del Comune di Senigallia sarà l’occasione per contribuire a concretizzare politiche e azioni volte alla riduzione dei numerosi fattori, causati prevalentemente dalle attività umane, che continuano in maniera sempre più rapida e negativa a determinare il riscaldamento globale. “Earth Hour” prevede lo spegnimento simbolico di un monumento o edificio comunale nella prima serata del prossimo sabato 27 marzo, per la precisione dalle ore 20,30 alle 21,30.


Il Comune di Senigallia ha scelto anche quest’anno quale simbolo della Città il Palazzo Municipale di Piazza Roma, del quale si procederà dunque a spegnere l’illuminazione esterna della facciata nell’orario concordato. Per maggiori informazioni sull'iniziativa, http://www.wwf.it/oradellaterra/



wwf

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2010 alle 14:34 sul giornale del 26 marzo 2010 - 523 letture